Postepay saldo contabile e saldo disponibile: qual è la differenza?

Avete attivato una carta Postepay e, controllandone il saldo, vi siete ritrovati con due voci diverse che non coincidono? Niente pauro, stiamo parlando di saldo contabile e saldo disponibile. Se non sapete la differenza ve lo spieghiamo noi.

da , il

    Postepay saldo contabile e saldo disponibile: qual è la differenza?

    Postepay saldo e contabile e saldo disponibile: qual è la differenza? Quante volte ce lo saremo chiesti. Eppure è uno strumento di pagamento particolarmente semplice e veloce da usare: non richiede l’inserimento del Pin, possiamo ricaricarlo di volta in volta di quello che ci serve, avendo maggiormente sotto gli occhi, dunque, la nostra situazione finanziaria. Ecco perché è importante conoscere la differenza tra saldo contabile e saldo disponibile: perché Postepay è anche un metodo di pagamento sicuro e a prova di attacco informatico (al massimo ci verrà sottratto ciò che abbiamo ricaricato, ma il conto corrente rimarrà intatto) e quindi sarebbe un peccato non utilizzarlo.

    Cosa vuol dire saldo contabile della postepay

    Il saldo contabile della nostra Postepay rappresenta l’importo non ancora aggiornato alle ultime transazioni effettuate, in quanto l’aggiornamento viene fatto in automatico entro 24/48 ore. Questo è il motivo per cui il saldo contabile e il saldo disponibile possono non coincidere.

    Facciamo due esempi per chiarirci meglio le idee. Se facciamo un acquisto online con la nostra carta postepay collegata a Paypal o direttamente con Postepay, il saldo disponibile cala immediatamente, quello contabile resta invece più alto finché non ci sarà l’aggiornamento. Se nel frattempo decidiamo di fare un altro acquisto, dovremo ricordarci che ciò che possiamo spendere è ciò che c’è sul saldo disponibile e non su quello contabile.

    Secondo esempio: acquistiamo con paypal, ma c’è un disguido e chiediamo al venditore di annullare l’acquisto, restituendoci il denaro. Il venditore conferma l’annullamento e sulla paypal risulta la dicitura ‘rimborso’; sulla nostra carta, però, il saldo disponibile è ancora uguale. Dovremo attendere le 24-48 ore perché ci sia la contabilizzazione del rimborso anche sul saldo disponibile.

    Cosa vuole dire saldo disponibile

    A questo punto, abbiamo ben chiaro anche cosa voglia dire saldo disponibile. E’ ciò che effettivamente abbiamo sulla carta Postepay dopo aver fatto un acquisto. Viene chiamato anche saldo liquido in quanto rappresenta la liquidità reale, ciò che si può materialmente spendere.

    Solitamente, l’importo del saldo disponibile è inferiore a quello del saldo contabile a meno che, come abbiamo visto prima nel secondo esempio, non si sia chiesto di annullare un’operazione chiedendo dunque il rimborso del denaro speso.

    Come controllare il saldo postepay

    Andiamo ora a scoprire come controllare il saldo postepay.

    Lo possiamo fare direttamente dagli sportelli bancomat di Poste Italiane, inserendo la carta, il Pin e cliccando poi su saldo, oppure on line. Vediamo la procedura da internet. Per poter controllare il saldo postepay ci dobbiamo prima di tutto registrare al sito di Poste Italiane, una procedura guidata e veloce.

    Una volta registrati, ci verrà chiesto di confermare l’account. A questo punto, ricollegandosi al sito, cliccando su Accedi e inserendo le credenziali (nome utente o user name e password), entreremo in ‘Myposte’ e andremo su ‘Postepay’.

    Qui inseriremo il numero della nostra carta Postepay, composto da 16 cifre, che si trova sulla carta stessa, e daremo il comando ‘Esegui’. Sulla schermata che apparirà, potremo controllare il nostro saldo, sia quello contabile sia quello disponibile. Non solo: possiamo controllare anche l’estratto conto con le ultime 40 movimentazioni.