NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Postepay: cos’è, come funziona e quanto costa

Postepay: cos’è, come funziona e quanto costa
    Postepay: cos’è, come funziona e quanto costa

    Postepay è un prodotto Poste Italiane molto pubblicizzato e molto diffuso tra gli Italiani. Poste Italiane, nel 2015, ha dichiarato di averne emessi circa 13.5 milioni. Tuttavia, entrando nello specifico: cos’è, come funziona e quanto costa?. Un buon punto di partenza, per conoscerla, è cominciare da quello che non è: ovvero un conto corrente. Tuttavia, ne offre alcuni vantaggi, come quello di poter pagare senza dover usare i contanti, sia in Italia che all’estero. E soprattutto può sostituire il conto corrente per i pagamenti su Internet, limitando i rischi di un eventuale furto di dati.

    Tecnicamente Postepay è una carta prepagata che non richiede l’esistenza di un conto corrente d’appoggio. Esiste in numerose versioni: postepay standard, acquistabile negli uffici postali con 5 euro ed un documento di identità, evolution, dotata di codici IBAN per accrediti e bonifici, junior per minori dai 10 in su, iostudio, creata in collaborazione con il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca per gli studenti delle scuole superiori, che viene distribuita gratuitamente dalle segreterie scolastiche e, al compimento della maggiore età può essere trasformata in una postepay standard, eccetera.

    Postepay è dotata di un numero di serie, di una scadenza (in genere 6 anni) e, sul retro, di un codice di controllo. Quando viene usata per pagamenti de visu, funziona come una carta di credito: viene passata nel POS e bisogna firmare la ricevuta. Per i pagamenti online, in genere vengono richiesti tutti i numeri che possiede e l’intestatario. Può anche essere collegata a un conto Paypal.

    I movimenti della carta (pagamenti, prelievi) possono essere controllati nell’apposita sezione del sito postepay.it o posteitaliane.it con nome utente e password (dopo essersi registrati sul sito scelto) o attraverso l’apposita App di Postemobile.

    Può essere ricaricata presso gli uffici postali, attraverso una SIM card PosteMobile o presso ricevitorie SISAL abilitate. Si può usare anche un ATM Postamat purché l’importo provenga da carte del circuito Maestro, MasterCard, Visa e Visa Electron. E, ovviamente, è possibile ricaricarla on-line, sul sito dedicato di postepay o su quello di poste italiane. La commissione dovuta per la ricarica è di un euro negli uffici postali, gli ATM Postamat, i siti www.poste.it, www.bancopostaclick.it e www.postepay.it, le app abilitate; sale a 2 euro per gli ATM Postamat con carta di pagamento aderente al circuito PagoBancomat e per i punti vendita SISAL abilitati ed infine a 3 euro per gli ATM Postamat con carta di pagamento del circuito internazionale Visa, Visa Electron,VPay, MasterCard e Maestro. Consente una ricarica massima di 3mila euro (mille per la versione junior).

    496

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Conti correntiEvergreen soldi e carrieraSoldi e Carriera
    PIÙ POPOLARI