Speciale Natale

Perchè iscriversi ad un sindacato: pro e contro

Perchè iscriversi ad un sindacato: pro e contro
da in Soldi e Carriera
Ultimo aggiornamento:
    Perchè iscriversi ad un sindacato: pro e contro

    Quelli attuali sono tempi di grandi cambiamenti per i lavoratori, che sono alle prese con temi dibattuti come il rinnovo dei contratti per molte categorie, la riforma delle pensioni, i concorsi pubblici per diversi settori di primaria importanza. In questo contesto, sono in molti a chiedersi se vale la pena iscriversi ad un sindacato. Perché farlo? Quali sono i pro e i contro? Partiamo dalle basi: un sindacato è un’associazione che ha come scopo rappresentare i lavoratori (tutti o di un settore particolare) e di tutelare i loro diritti. La storia dei sindacati nel nostro paese è molto antica e travagliata, e racconta di lunghe lotte, vittorie e sconfitte. Le principali sigle sindacali sono la Cgil, la Cisl e la Uil, ognuna con caratteristiche peculiari, che a loro volta sono suddivise in federazioni di categoria che raggruppano i lavoratori di uno stesso settore.

    Il vantaggio di iscriversi a un sindacato consiste principalmente nell’avere un interlocutore che funga da nostro rappresentante nei confronti dello Stato e dei datori di lavoro e difenda i nostri diritti, con competenza, attraverso negoziazioni e attività di protesta. Al sindacato ci si può rivolgere in situazioni complesse per ottenere spiegazioni e aiuto da parte di esperti. Le diverse sigle offrono generalmente supporto nell’impugnazione del licenziamento e in caso di altri provvedimenti disciplinari.
    Un altro vantaggio sta nell’assistenza fiscale garantita da molte sigle: per esempio, nelle sedi sindacali è possibile trovare aiuto per compilare la dichiarazione dei redditi.

    Ma non solo: grazie a convenzioni stipulate da ogni sindacato con vari enti e aziende, gli iscritti al sindacato possono usufruire di sconti su determinate prestazioni, per esempio su biglietti di viaggio, agevolazioni su finanziamenti, assicurazioni e cure mediche. L’attività del sindacato si estende anche a più ampio raggio, e prevede l’organizzazione di corsi di formazione, orientamento professionale, attività culturali e ricreative.

    In molti ritengono che iscriversi a un sindacato sia inutile, poichè le sigle non hanno molta voce in capitolo sui problemi dei lavoratori e soprattutto sulle singole vertenze con i datori di lavoro. L’iscrizione è vista come uno spreco di soldi e di tempo. Senza contare che in alcuni casi, la tessera sindacale è un elemento mal visto sul luogo di lavoro, che può contribuire a deteriorare i rapporti con i datori di lavoro.

    Ma quanto costa iscriversi al sindacato? Si tratta di un’informazione indispensabile che può essere l’ago della bilancia per una decisione sull’eventuale iscrizione. I costi variano ovviamente in base alla sigla sindacale prescelta. Il tesseramento può essere pagato in unica soluzione all’atto dell’iscrizione oppure con versamenti mensili, o ancora mediante trattenute sulla busta paga mensile: generalmente equivale all’1% dello stipendio.

    572

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Soldi e Carriera

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI