NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Modello CUD 2013, istruzioni e modulo

Modello CUD 2013, istruzioni e modulo
da in Fisco e Tasse, Soldi e Carriera
    Modello CUD 2013, istruzioni e modulo

    Mancano 2 giorni alla scadenza per il rilascio del modello CUD 2013. Entro il 28 febbraio, infatti, i sostituti di imposta dovranno inviare ai pensionati e lavoratori dipendenti questo modello che serve da certificazione dei redditi percepiti nel 2012. Il certificato unico dipendente rappresenta il primo vero appuntamento dell 2013 nel settore dichiarazioni, ed è alla base della dichiarazione dei redditi effettuata attraverso il modello 730 o Unico. E’ importante capire allora come si compila il modello CUD 2013 e quali sono le novità normative per il nuovo anno.

    Come detto, il compito di compilare e inviare ai lavoratori il CUD spetta ai datori di lavoro, che hanno l’obbligo di presentarlo entro la scadenza in modo da consentire a pensionati e dipendenti di attestare le somme ricevute e le relative ritenute a fini fiscali effettuate e versate all’Erario. Il modello CUD 2013 presenta alcune novità di natura fiscale e previdenziale, come il nuovo limite di reddito esente per i lavoratori transfrontalieri (fissato a 6.700 euro), o ancora la deduzione più sostanziale, in ragione dei contributi versati, per chi lavora per la prima volta, attraverso un plafond accumulato nel corso dei primi cinque anni di partecipazione a forme di previdenza complementare.

    Il modello CUD riepiloga tutti i redditi corrisposti dal datore di lavoro o ente pensionistico nell’arco di un anno solare, e si compone di due diverse sezioni:

    La sezione A è dedicata ai dati fiscali e dovrà riportare le somme assoggettate a tassazione ordinaria; i compensi con ritenuta a titolo d’imposta; i compensi assoggettati a imposta sostitutiva; le somme assoggettate a tassazione separata (ad esempio arretrati di anni precedenti, indennità di fine rapporto di lavoro dipendente erogate nell’anno e prestazioni pensionistiche dei fondi di previdenza complementare erogate in forma di capitale); gli oneri di cui si è tenuto conto (per esempio i canoni di locazione) e altri dati necessari ai fini dell’eventuale presentazione della dichiarazione dei redditi (per esempio, il numero dei giorni di lavoro dipendente e/o pensione).

    La sezione B è invece dedicata ai dati previdenziali. Sarà obbligo del sostituto di imposta indicare quindi i dati assistenziali relativi alla contribuzione versata o dovuta all’Inps e l’importo dei contributi previdenziali e assistenziali a carico del lavoratore versati e/o dovuti agli stessi enti previdenziali. Il datore di lavoro, una volta compilato il modello, dovrà trasmetterlo in formato elettronico, a patto che il destinatario abbia gli strumenti necessari per ricevere e stampare il CUD. Come detto, il CUD è fondamentale per la compilazione del 730 o Unico da consegnare all’Agenzia delle Entrate, da cui è esonerato chi nell’anno ha percepito soltanto i redditi riportati nel modello CUD, a condizione che il datore di lavoro abbia eseguito correttamente il conguaglio delle imposte.

    MODELLO CUD 2013 EDITABILE
    ISTRUZIONI ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO CUD 2013

    505

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Fisco e TasseSoldi e Carriera
    PIÙ POPOLARI