Modello 730 2013 detrazioni: ecco cosa si può scaricare

Modello 730 2013 detrazioni: ecco cosa si può scaricare
    Modello 730 2013 detrazioni: ecco cosa si può scaricare

    Quando si parla di modello 730, uno degli argomenti più importanti riguarda le detrazioni, ovvero tutte le spese sostenute durante l’anno fiscale che è possibile scaricare dalla dichiarazione dei redditi. Si tratta di una materia in continua evoluzione, perché di solito i vari governi tendono a cancellare alcune detrazioni e ad aggiungerne altre in base alle esigenze di bilancio. In attesa del modello 730 rivisto e aggiornato dall’Agenzia delle Entrate, cerchiamo di capire allora cosa si potrà detrarre dal 730/2013.

    Come vedremo, se si escludono le detrazioni ‘classiche’ presenti più o meno ogni anno, alcune delle detrazioni sono state confermate dal 2012 come quella sulla ritrutturazione degli immobili e sulla riconversione a fini di risparmio energetico oppure la detrazione sulle spese di affitto per gli studenti fuori sede. Tra le novità, invece, ne troviamo una poco piacevole che riguarda il Contributo al Servizio Sanitario Nazionale sulla polizza Rc auto. Vi ricordiamo infine le date di consegna del modello: 30 aprile 2013 al datore di lavoro o ente pensionistico e 31 maggio 2013 a un Caf o professionista abilitato.

    Ristrutturazione di immobili: già presente lo scorso anno, la detrazione nel 2013 passa da 48mila a 96mila euro con validità estesa anche agli interventi di ricostruzione o ripristino degli immobili danneggiati a seguito di eventi calamitosi. Il totale va ripartito in dieci anni con quote di pari importo. E’ necessario all’atto della richiesta indicare nella dichiarazione dei redditi tutti i dati catastali dell’immobile, avendo cura di conservare l’atto di notorietà, l’autocertificazione e la certificazione dell’amministratore dello stabile.

    Risparmio energetico: le spese relative agli interventi di ristrutturazione finalizzati al risparmio energetico degli edifici sono soggetti a una detrazione nella percentuale del 55% (quadro E – righi da E61 a E63), ma bisogna specificare che la detrazione viene concessa solo per edifici già esistenti, con esclusione quindi di quelli ancora in costruzione. Si tratta di una detrazione già presente lo scorso anno, ma quest’anno estesa anche a chi sostituisce lo scaldabagno vecchio con uno di quelli dotati di pompa di calore dedicata alla produzione di acqua calda sanitaria.

    Abitazioni e locazione: i provvedimenti del governo provedono detrazioni sulle spese di affitto di prima casa per inquilini a basso reddito, di entità differente se l’immobile è concesso in affitto con canone convenzionato o con contratto libero. A questa si aggiungono anche le detrazioni per i giovani di età compresa tra i 20 ed i 30 anni che prendano in affitto un immobile da adibire ad abitazione principale e quella per i contratti di locazione per studenti universitari iscritti ad un corso di laurea presso un comune diverso dal proprio di residenza, e distante almeno 100 km. In questo caso la detrazione è pari al 19% da calcolare su un importo non superiore a 2.633 euro.

    Assicurazione Auto: il Contributo al Servizio Sanitario Nazionale (Ssn) del premio assicurativo di responsabilità civile per i veicoli nella dichiarazione dei redditi potrà essere detratto solo per la parte che eccede i 40 euro. Il contributo è quella parte di premio (10,5%) che tutti gli automobilisti devono versare allo Stato a copertura dei feriti e delle vittime della strada ogni volta pagano il premio di assicurazione obbligatoria. Nel 2013 chi paga per la polizza Rc auto meno di 402 euro l’anno non avrà più diritto ad alcuna deduzione da inserire nel quadro “Oneri e Spese”.

    Detrazioni generiche: tornano anche per il 2013 le che riguardano spese mediche, spese di istruzione per la frequenza di corsi di istruzione secondaria o anche universitaria, corsi di perfezionamento e/o specializzazione presso qualsiasi istituto (privato o pubblico); contributi previdenziali ed assistenziali per il riscatto degli anni di laurea; assegni periodici per il coniuge secondo quanto disposto dal giudice e ad eccezione di quelli relativi al mantenimento per i figli a carico; spese per le adozioni internazionali deducibili dal reddito imponibile Irpef; spese e i contributi per le badanti e/o colf.

    666

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Fisco e TasseSoldi e CarrieraModello 730
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI