Lavori ben pagati senza esperienza: 9 mestieri da non sottovalutare

Ci sono lavori ben pagati e che non richiedono esperienza o poca. Sono mestieri che si possono imparare sul campo, a volte sono le stesse aziende che fanno un breve corso di formazione. Possono essere solo per il week end o tutti i giorni, per giovani o persone che hanno deciso di cambiare area di lavoro

da , il

    Un lavoro richiede esperienza, quasi sempre. Ci sono però le eccezioni, ovvero quei lavori pagati bene e che non necessitano di esperienza. Il sogno, soprattutto per i più giovani, che si affacciano con fiducia ma anche con inesperienza al mondo del lavoro. Una speranza anche per chi magari è stato licenziato o vuole cambiare completamente settore, ma si ritrova con annunci più o meno tutti uguali: ‘Cercasi persona con esperienza di tot anni…’. Siamo andati a caccia dei mestieri da non sottovalutare, con uno stipendio buono, che hanno bisogno di personale e che non richiedono un lungo curriculum nello stesso campo. Se il vostro dubbio è come fare a trovare il lavoro che fa per voi, ricordate che online si trova molto, che potete chiedere in giro se cercano la figura giusta per voi o far parte di un network specializzato proprio in quel campo.

    Lavorare nella ristorazione: dai camerieri ai take away

    Uno dei lavori più comuni, ben pagato, che non richiede esperienza o che ne richiede poca è nel campo della ristorazione. I camerieri fanno fatica e lavorano per più ore anche di sera, ma la retribuzione è senza dubbio un fattore da tenere presente. Si percepiscono dai 7 agli 8 euro all’ora, in una serata soltanto si può arrivare a più di 50 euro. Stesso discorso si può fare per il take away: non serve esperienza, lo stipendio è uguale a quello di un pony express, dunque buono. Si consegnano a domicilio le ordinazioni dei clienti, dalla pizza al sushi, dal kebab ad altre specialità. Negli ultimi anni, questo modo di mangiare è diventato comune. E non solo nelle case dei single.

    L’unico requisito quasi sempre richiesto è la patente A, che serve a portare il motorino. Non manca, nelle città più piccole, la possibilità di fare le consegne in bicicletta.

    Lavorare come baby sitter

    Se vi piacciono i bambini, un altro lavoro che fa per voi è quello di baby sitter. Nelle ore serali, tenere un bambino può garantire fino a 10 euro l’ora. Salario che può crescere se si mette a disposizione la propria macchina per portare in giro il bimbo o i bimbi (a fare sport, a feste di compleanno). Ricordate una cosa importante: per ogni bambino che dovete guardare, chiedete di più. Non fatevi ingannare dal fatto che i genitori giocheranno al ribasso, chiedendovi offerte tipo supermercato (2X1).

    Lavorare come dog sitter

    Volete fare un po’ di soldi o riciclarvi in una nuova attività? C’è la possibilità di fare il dog sitter. Che potremmo quasi definire un lavoro stagionale, nel senso che soprattutto in estate cresce il numero delle richieste (per vacanze da parte della famiglia). Cani o gatti non fa differenza: proprio perché di solito questa è un’emergenza, i padroni non badano a spese e sono pronti a ricompense anche molto alte. In fondo, si tratta di fare compagnia ai quattro zampe, portarli fuori per i bisogni e dar loro da mangiare. Stando attenti che non si azzuffino con altri animali o che non mettano incinta la bella barboncina del vicino.

    Lavorare come animatori

    Anche e soprattutto i più giovani spesso decidono di lavorare come animatori. Che siano quelli di una festa di compleanno o in un villaggio turistico, è un lavoro ben pagato che si può improvvisare, fare senza avere esperienza. Spettacoli di marionette o palloncini, musica o giochi di gruppo: per i bambini non c’è niente di meglio tra una fetta di torta e un’aranciata. L’esperienza la potete fare a casa vostra, non sarà difficile. E se avrete fatto bene, i genitori vi consiglieranno pure a papà e mamma dell’amichetto. Per gli animatori turistici, serve un po’ più di esperienza, ma volete mettere? Tre mesi al mare, per di più pagati bene…

    Lavorare come ragazza/o immagine

    Per fare la ragazza o il ragazzo immagine non serve la laurea, non serve l’esperienza, ma una bella presenza. Di soldi se ne fanno molti, ma attenzione al casting fotografico. E’ qui che si può ottenere il ruolo per il lancio di nuovi prodotti. La bellezza, poi, non è neanche tutto. Prendete le ragazze panino, ovvero quelle che indossano cartelloni promozionali di cartone che le coprono completamente. Anche soltanto per il week end, si arriva a guadagnare una buona cifra. Magari non a vivere di rendita per tutto il mese, ma se si studia ancora e si vive con i genitori, si mette da parte un bel gruzzolo.

    Lavorare come hostess e steward

    Questa è una buona possibilità: la retribuzione è alta e si arriva a 100 euro al giorno; sono sufficienti un abito formale e scarpe con il tacco: stiamo parlando di un lavoro come hostess e steward a fiere ed eventi. L’unica cosa che serve davvero è imparare a camminare sui tacchi senza sembrare troppo goffe (per le donne).

    Se le hostess e le ragazze immagine vengono scelte per ballare nei locali notturni, lo stipendio comincia a essere davvero consistente, fino a 200 euro a serata. E i vestiti firmati sono forniti dal locale stesso. Si passa una serata in discoteca, cosa che magari si farebbe pure senza essere ragazza immagine, e si guadagna. Naturalmente, lo stesso discorso vale per i ragazzi immagine, pure molto richiesti nei locali e nelle disco.

    Lavorare come commesse/i

    Avete mai provato a distribuire il vostro curriculum nei supermercati o nei negozi di alta moda? Vi dicono addirittura che siete troppo qualificati per quel mestiere. Insomma, meno esperienza si ha, più possibilità si hanno. Che sia per un supermercato oppure per una boutique di grande firme o in catene molto riconosciute. Un po’ di gentilezza, qualche sorriso e il posto potrebbe essere vostro.

    Lavorare come assicuratore e agente immobiliare

    Assicuratore e agente immobiliare: qui l’esperienza si fa, per così dire, sul campo. Sono le stesse compagnie, infatti, che prima di darvi il posto vi sottopongono a un corso di formazione. Si viene solitamente pagati a provvigioni, che possono essere anche elevate se sarete un buon venditore. C’è chi, in questo modo, ha svoltato veramente.

    Lavorare come rappresentante

    Il rappresentante di prodotti viene ben pagato. Certo, spesso si deve lavorare un po’ al buio, ossia andare di porta in porta. Ma a volte sono le stesse società che prendono gli appuntamenti e voi dovete semplicemente prendere la macchina e mostrare come funziona il prodotto che pubblicizzate. Come per l’assicuratore o l’agente immobiliare, si viene pagati a provvigioni. Più vendete, più guadagnate. Ma potete scegliervi gli orari migliori. Addirittura, potete lavorare solo mezza giornata se vi va. I soldi? Li farete, li farete. Soprattutto se l’azienda che rappresentate ha già una buona reputazione.