Imu giugno 2013 sospesa o da pagare? Scadenza e aliquote

Imu giugno 2013 sospesa o da pagare? Scadenza e aliquote
da in Fisco e Tasse, Imu, Soldi e Carriera
    Imu giugno 2013 sospesa o da pagare? Scadenza e aliquote

    La questione Imu si sta trasformando, giorno dopo giorno, in una telenovela difficile da comprendere. Alla vigilia del primo compleanno della tassa sulla casa, la domanda di tutti i contribuenti è riguarda la sorte della prima rata Imu 2013: l’Imu di giugno 2013 è da considerarsi sospesa oppura va pagata? Sciogliere questo dubbio sarebbe già un primo importante passo, ma anche allora i dubbi e le criticità non sarebbero minori. Resta infatti da capire se la sospensione si trasfomerà nella tanto attesa cancellazione dell’imposta municipale unica e, non meno importante, quali sono le categorie di immobili escluse dal pagamento. Ancora, per tutti i proprietari soggetti al versamento già a giugno, quali sono le scadenze e quali le aliquote di riferimento per effettuare il calcolo? Cerchiamo di capire quali sono le risposte.

    Partiamo dalle date: la prima rata Imu del 2013 è prevista in scadenza il 17 giugno, ma il decreto legge n. 54 del 21 maggio 2013 emanato dal Consiglio dei Ministri ha di fatto rimandato l’appuntamento al 16 settembre per la maggior parte dei contribuenti. La sospensione non si riferisce, infatti, a tutte le categorie di immobili. Come si evince dal sito dell’Agenzia delle Entrate, il governo ha sospeso il pagamento solo per:
    - l’abitazione principale e relative pertinenze (escludendo dalla sospensione le abitazioni di tipo signorile, classificate nella categoria catastale A/1, le ville, classificate nella categoria catastale A/8, i castelli o i palazzi di pregio storico o artistico, classificati nella categoria catastale A/9);
    - le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, nonché per gli alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (IACP) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP, istituiti in attuazione dell’art. 93 del D. P. R. 24 luglio 1977, n. 616;
    - i terreni agricoli e i fabbricati rurali di cui all’art. 13, commi 4, 5 e 8, del D. L. n.

    201 del 2011.

    Tutti gli altri immobili che non rientrano in questa classificazione sono soggetti al pagamento della prima rata entro il 17 giugno 2013. Ci riferiamo, nel dettaglio, alle abitazioni di lusso (anche se prima casa), ai capannoni, ai fabbricati industriali, agli uffici e negozi e a tutti gli esercizi commerciali. Una volta stabilito se bisogna pagare o meno, il passo successivo è capire quanto si deve versare come prima rata Imu. Anche in questo caso la confusione regna sovrana, perché a norma con il nuovo anno i Comuni avrebbero dovuto comunicare le nuove aliquote per prima casa e altri immobili, confermando quelle dello scorso anno oppure adeguandole. Nei fatti, però, non tutte le municipalità hanno deliberato in merito alle nuove aliquote, così il governo ha fatto marcia indietro comunicando che le aliquote di riferimento restano (per ora) quelle dell’anno scorso.

    Non cambiano neanche le detrazioni rispetto al 2012 e, stando così le cose, non c’è neanche bisogno di rifare tutti i calcoli con la rivalutazione catastale (del 5%) e l’applicazione del coefficiente moltiplicatore per ottenere la base imponibile. Questo perché, a conti fatti, il contribuente dovrà semplicemente pagare come prima rata la metà di quanto versato nel 2012, visto che la rata di giugno (o settembre) equivale al 50% del totale da versare. Tutto questo in attesa di conoscere il destino della tassa sulla casa: la sospensione serve proprio al governo come ulteriore margine temporale per stabilire le nuove regole. Una cancellazione definitiva sembra utopia, anche perché proporrebbe un problema serio: cosa succederebbe a chi ha già versato la prima rata 2013?

    609

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Fisco e TasseImuSoldi e Carriera
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI