Speciale Natale

I marchi più potenti al mondo nel 2013 [FOTO]

I marchi più potenti al mondo nel 2013 [FOTO]
da in Soldi e Carriera

    Quali sono le aziende più influenti al mondo, i marchi così potenti da avere un potere magnetico sui consumatori? Questa la domanda che ogni anno si pone Interbrand, che in un report ormai classico mette in fila i 100 marchi che più hanno influenza sulla vita degli abitanti del pianeta. Coca Cola per anni ha tenuto stretto lo scettro del potere, ma nel 2013 cade vittima di una rivoluzione storica, che porta le aziende hi-tech ai primi posti. La celebre bevanda scende al terzo posto ed è scalzata da Apple e Google, aziende dominatrici della classifica e della nostra esistenza attuale.

    Chi pensava che, con la morte di Steve Jobs, la mela di Cupertino fosse destinata a un lento declino, si sbagliava di grosso. Proprio dopo la scomparsa del leader storico l’azienda è cresciuta in maniera esponenziale. Secondo Interbrand il valore di Apple è di 98,3 miliardi di dollari, spinta da una crescita incredibile del 28% rispetto al 2012. Si tratta di un risultato storico che ha potuto sfruttare anche il trend generale, che vede le aziende di tecnologia di consumo (le cosiddette hi-tech) in netta risalita dopo qualche anno di incertezza. Dei dieci brand più famosi al mondo, cinque fanno parte proprio di questa categoria: Apple, Google, Microsoft, Samsung, ed Intel. Sarebbero sei, in realtà, non fosse che IBM viene inserita nella categoria delle aziende di servizi.

    Detto della Apple, non possiamo non sottolineare l’exploit di Google. Chi avrebbe mai pensato che un motore di ricerca potesse trasformarsi in un’azienda tanto influente da guidare le scelte dei consumatori? Eppure è proprio quanto è accaduto, merito della capacità di Mountain View di diversificare i suoi prodotti e colmare con i suoi servizi tutte le necessità di chi si approccia a Internet. Al terzo posto troviamo Coca Cola, che scende in classifica nonostante il +2% rispetto a 12 mesi fa, che la porta a quota 79,2 miliardi dollari di valore. La top 10 è composta poi da Ibm, Microsoft, General Electric, McDonald’s, Samsung, Intel e Toyota. C’è spazio anche per tre marchi italiani nella lista, ovvero Gucci al 38esimo posto, Prada al 72esimo posto e Ferrari al 98esimo. La bandiera di peggior fallimento spetta di diritto a Nokia, che era 14esima nel 2011, 19esima nel 2012 e crolla al 57esimo posto quest’anno. Segno che non è tutto oro quel che è hi-tech.

    388

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Soldi e Carriera

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI