NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Elezioni politiche 2013, sconti per il viaggio dei fuori sede

Elezioni politiche 2013, sconti per il viaggio dei fuori sede
da in Soldi e Carriera
    Elezioni politiche 2013, sconti per il viaggio dei fuori sede

    Ogni volta che si presenta una tornata elettorale, diventa di attualità il problema degli sconti per i viaggi degli elettori fuori sede. Per quanto riguarda le elezioni politiche 2013, il destino di milioni di elettori che vivono o lavorano lontano dal luogo di residenza è stato in bilico fino a qualche giorno fa, nel senso che non c’era ancora notizia di agevolazioni specifiche per l’acquisto del biglietto di aereo o treno per tornare a casa ed esprimere il proprio voto. La situazione è oggi più chiara, grazie agli accordi tra il Ministero degli Interni e le varie aziende. Vediamo allora come si strutturano nel dettaglio gli sconti per i fuori sede.

    La volontà di accordo tra istituzioni e aziende operanti nel settore trasporti è dovuta alla necessità di garantire ad ogni italiano la possibilità di esprimere il proprio voto, che è un diritto ma al tempo stesso un dovere. Al momento la condizione più critica è quella degli studenti Erasmus o comunque di tutti coloro che si trovano all’estero ma non sono iscritti ai registri consolari degli italiani, perché non è stata stabilita alcuna agevolazione specifica, se non quella di Alitalia che ha creato delle tariffe apposite per gli studenti all’estero.

    Rimborso viaggio dall’estero: più fortunati gli elettori all’estero che sono registrati negli elenchi AIRE e che vogliono tornare a casa per il weekend delle elezioni. Il loro caso è tutelato dalla normativa di riferimento art. 20 comma 2 della Legge 459 del 2001, che sancisce il diritto al rimborso del 75% dei biglietti di viaggio per gli elettori residenti nei Paesi dove non si sono concluse le Intese o in Stati in cui le condizioni politico-sociali impediscono l’esercizio del voto per corrispondenza. In questo caso soltanto interviene l’art. 22 del DPR 104/2003, che stabilisce il rimborso del 75% dei biglietti aerei, applicato alle tariffe praticate da tutte le compagnie aeree, senza distinzione di vettore ma esclusivamente per i biglietti di classe turistica per il trasporto aereo e della seconda classe per i trasporti ferroviari e marittimi.

    Per ottenere il rimborso bisognerà presentare una domanda apposita, allegando la documentazione giustificativa della spesa, ovvero il biglietto obliterato, le eventuali carte d’imbarco e il certificato o tessera elettorale con il timbro del seggio elettorale italiano, di cui sarà tenuta copia. Se dal biglietto di viaggio non sia possibile dedurre l’importo effettivamente pagato, questo dovrà essere dimostrato da apposita fattura rilasciata dalla Compagnia aerea e/o dall’Agenzia di viaggio.

    Sconti viaggi in Italia: anche i fuori sede che si trovano nel territorio italiano potranno godere di tariffe scontate per il viagigo verso il seggio elettorale.
    - Viaggio in aereo: chi volerà con Alitalia tra il 17 febbraio e il 4 marzo 2013 potrà contare su una riduzione del 40% fino a un massimo di 40 euro sul biglietto di andata e ritorno (escluse le tasse aeroportuali) e con eccezione dei voli in regime di continuità territoriale, in code sharing e operati da Air One. Anche compagnie come Blue Panorama e Blu-express.com offrono biglietti aerei al 40% in meno fino a un massimo di 20 euro per ogni tratta, ma con limitazioni e condizioni molto specifiche.
    - Viaggio in treno: sia Trenitalia che Italo offrono sconti sulle tratte nazionali.
    Trenitalia offre una riduzione del 70% sul prezzo base per quanto riguarda i treni a media e lunga percorrenza nazionale (Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, Intercity, IntercityNotte e Espressi) e servizio cuccette e una riduzione del 60% sui biglietti Regionali.
    Italo offre invece uno sconto del 60% per biglietti andata e ritorno in Smart class dal 16 febbraio al 7 marzo. Per tutti, il requisito fondamentale per usufruire delle agevolazione è munirsi di documento d’identità e tessera elettorale, timbrata al ritorno.

    632

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Soldi e Carriera
    PIÙ POPOLARI