Cosa sono i Bitcoin e come funzionano?

Scopriamo cosa sono i Bitcoin e cosa cambia se invece scriviamo bitcoin con la b minuscola, qual è il loro esatto funzionamento, qual è il valore di un bitcoin e quali sono i metodi per poter acquistare e comprare bitcoin in rete. Una guida per scoprire la moneta del futuro

da , il

    Cosa sono i Bitcoin e come funzionano?

    Se ne parla sempre di più, ma esattamente cosa sono i Bitcoin e come funzionano? In due parole, è la moneta elettronica, inventata nel 2008 da Satoshi Nakamoto che, secondo Wikipedia, potrebbe essere anche uno pseudonimo dietro cui si nasconderebbe un uomo, una donna o addirittura più persone. Il vantaggio, rispetto ai pagamenti che facciamo tutti i giorni, è che i bitcoin sono uguali in tutto il mondo, ma sarebbe meglio dire per tutti i computer collegati alla rete. Andiamo ora a scoprire non solo cosa sono i bitcoin e come funzionano, ma anche qual è il valore del bitcoin e come fare per acquistare e comprare i bitcoin.

    Cosa sono i bitcoin

    / Ansa

    Cosa sono i Bitcoin? La prima grande distinzione va fatta sui Bitcoin con la B maiuscola e i bitcoin con la b minuscola. Questi ultimi si riferiscono alla moneta virtuale vera e propria, Bitcoin con la lettera maiuscola sta invece a rappresentare la rete sulla quale avvengono le transazioni economiche.

    Nella pratica, ognuno crea un proprio portafogli virtuale, che contiene bitcoin, che possono essere inviati, ma anche ricevuti, in modo anonimo e con informazioni crittografate, ovvero nascoste. I siti, banche comprese, stabiliscono una chiave di lettura con cui cifrare le informazioni sensibili e i movimenti degli utenti sulle varie piattaforme. E sarà solo e soltanto con questa chiave di lettura che gli stessi dati potranno essere decifrati.

    I bitcoin sono dunque qualcosa di assolutamente immateriale che, però, permette di acquistare e di incassare in caso di vendita beni materiali.

    LEGGI ANCHE: Rimborso PayPal: come funziona e come chiederlo

    Come funzionano i bitcoin

    / Ansa

    Come funzionano i bitcoin? Più difficile spiegarlo che farlo. La crittografia permette all’utente di avere accesso – unico a poterlo fare – al proprio portafoglio online (come fosse il numero di conto corrente).

    Per poter partecipare all’economia di Bitcoin, bisogna scaricare sul proprio computer il client Bitcoin Core dal sito Bitcoin.org. E’ gratuito e funziona su Windows, macOS e Linux. Una volta scaricato, si può avviare. La prima scelta da fare è dove, nella memoria del computer, volete conservare il vostro portafogli virtuale. A questo verrà associato un indirizzo da cui partiranno e arriveranno i trasferimenti di denaro. Meglio proteggere il portamonete con una password.

    Bitcoin si comporta in tutto e per tutto come una banca virtuale. Se la chiave di cifratura del proprio portafoglio elettronico è privata, non lo è il registro delle transazioni Bitcoin, che registra su un database pubblico ogni versamento o pagamento effettuato. L’utente non può aggirare il sistema e spendere due volte la stessa moneta.

    La Transaction Chain serve a tracciare le transazioni in modo da garantire che chi spedisce denaro, ce l’abbia davvero sul portafogli virtuale; la Blockchain serve a garantire la sicurezza del sistema, eliminando le truffe.

    La chiave pubblica è dunque quella da cui partono e arrivano le transazioni, la chiave privata è quella che le autorizza o le vieta. La valuta bitcoin viene conosciuta in particolare come mezzo di riscatto per la pirateria online: essendo una struttura peer-to-peer, la rete Bitcoin non necessita di una rete centrale.

    Ogni computer è sia server che fruitore della rete stessa: diventa dunque impossibile, alle autorità, bloccare i trasferimenti di denaro o impossessarsi della chiave di lettura per decifrarli.

    Dal 2008 a oggi, però, la pirateria online è solo uno dei settori che ha permesso lo sviluppo della valuta bitcoin. Molti siti la accettano. Tra loro c’è l’Università di Nicosia, a Cipro, che accetta trasferimenti bitcoin per il pagamento delle rette degli studenti.

    LEGGI ANCHE: Cos’è PayPal, come funziona e quanto costa

    Qual è il valore dei bitcoin

    / Ansa

    Proprio come se si trattasse di una valuta internazionale, i bitcoin hanno un loro valore, che cambia e che si aggancia alla moneta del Paese (euro, dollari). Non essendoci una banca centrale, né banche e intermediari, i costi di utilizzo sono molto bassi. Non ci sono neanche condizioni per l’apertura di un conto e nemmeno la possibilità che venga bloccato. La settimana scorsa, il bitcoin price ha raggiunto un massimo pari a 2.967 dollari, ma secondo gli esperti la bolla dovrebbe presto scoppiare e la moneta virtuale crollare.

    Come acquistare e comprare i bitcoin

    / Ansa

    Ci sono vari modi di acquistare e comprare i bitcoin. Il ‘mining’ è il premio in bitcoin a chi risolve un blocco. Se l’utente si unisce ad altri utenti, forma un ‘mining pool’. Per acquistare bitcoin si può anche utilizzare il Bitcoin Plus.

    Ossia ci si iscrive al sito, cliccando sulla voce Sign Up, si compila il modulo proposto e poi si avvia il mining cliccando su Start Generating. Alcuni siti permettono di guadagnare bitcoin anche solo iscrivendosi.

    Naturalmente, trattandosi di moneta internazionale, il bitcoin può pure essere acquistato sul mercato. Nei diversi Exchange che esistono sulla rete. Una panoramica completa si può trovare su Bitcoin Charts.

    Infine, esistono soluzioni tecnologiche per comprare bitcoin, come gli Asic (Application-Specific Integrated Circuit), circuiti integrati che, tra le altre cose che fanno, sono particolarmente adatti ai calcoli necessari all’estrazione. E come i computer dedicati, gli Asic Bitcoin Miner.