NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Conto corrente online: consigli per risparmiare

Conto corrente online: consigli per risparmiare
da in Conti correnti, Soldi e Carriera
    Conto corrente online: consigli per risparmiare

    In queste ultime settimane i conti correnti bancari sono finiti nuovamente al centro del dibattito pubblico e sotto la lente dell’Antitrust. Il motivo è semplice: il presidente dell’Authority Antonio Catricalà ha denunciato aumenti del 5% annuo dei costi di gestione dei conti correnti. Un aumento che si aggiunge alla decisione di alcuni istituti di credito di applicare un sovrapprezzo da 1 a 3 euro sui prelievi allo sportello fisico della banca.

    Tra tasse, costi di gestione e prelievi salati, il conto corrente costa sempre di più. Ecco perché sempre più utenti si stanno rivolgendo al mercato dei conti correnti online, che consente davvero di tagliare i costi, come rilevato proprio dall’Autorità garante. Il target che riesce ad avere il maggior guadagno è senza dubbio quello dei giovani, cui sono dedicate molte delle offerte più vantaggiose.

    Il mondo dei conti correnti online, offerti ormai praticamente da tutti gli istituti bancari ma non solo, è quindi sempre più affollato. In questo pezzo vedremo se e quanto effettivamente si risparmia, e anche quali sono i rischi connessi alla gestione online dei propri soldi.

    Innanzitutto bisogna chiarire che in Italia, a differenza di altri Paesi a totale informatizzazione, esistono diversi gradi nella concezione di “online”. Questo vuol dire che si passa dalla tipologia di conto che comunque consente l’accesso alla sede fisica della banca a quella che invece permette una gestione esclusivamente attraverso i mezzi informatizzati. Ovviamente, quest’ultimo caso è quello che consente il maggiore risparmio.

    Questo perché vengono meno tutti quei costi di gestione (a partire dallo stipendio degli impiegati di sportello) che normalmente ricadono sulle spalle dei correntisti. Attraverso una gestione che rinuncia allo sportello a favore di bancomat, carta di credito e servizi di home banking si possono davvero ottenere vantaggi economici sostanziosi.

    Bastano due semplici esempi per dare l’idea della differenza di costo dei due conti: innanzitutto dalle analisi recenti effettuate risulta che il costo medio annuo di gestione di un conto corrente tradizionale si aggira sui 101,25 euro, con differenze anche sostanziali tra i vari istituti di credito, mentre un conto corrente online puro abbatte questi costi a 11,05 euro, con un risparmio che spesso supera i 100 euro.

    La convenienza si evidenzia anche nella gestione quotidiana del conto: mentre le principali banche online hanno azzerato i costi del ritiro contante da qualunque ATM, non solo in Italia ma spesso in tutta la zona Euro, per i conti delle banche tradizionali vi sono quasi sempre delle commissioni sui prelievi di denaro da sportelli di altri istituti (si parte da un euro in su).

    Il conto corrente online è quindi conveniente, ed è la scelta migliore soprattutto quando non si devono gestire capitali ingenti. Ecco perché il target principale sono le fasce giovani della società ma anche gli anziani, che non vogliono vedere la pensione sparire tra tasse e costi di gestione. Tra i servizi migliori, citiamo Conto Corrente Arancio, Che Banca, Fineco, IwBank, ma la lista è davvero lunga (li vedremo poi in specifico).

    Ovviamente non è tutto oro quel che luccica. Il riferimento è soprattutto ai conti zero spese, che promettono l’abbattimento totale delle spese di gestione, ma che nascondo delle clausole da leggere attentamente prima di aprire il conto. Le zero spese si riferiscono al canone e a diversi tipi di operazione, che possono variare molto da un conto all’altro. Ad esempio, l’imposta di bollo conto corrente di € 34,20 per anno è sempre addebitata.

    Un altro rischio che viene dai conti correnti online è relativo proprio alla gestione via Internet, facile preda dei ladri di identità. Ci sono alcuni accorgimenti da tenere sempre a mente, per non veder svuotato il proprio conto: non accedere mai al conto tramite link arrivati via email, attivare i servizi di avviso tramite e-mail o sms ogni volta che avviene un movimento sul conto corrente online, verificare che la connessione sul sito della banca sia protetta. In generale, essere molto cauti nel fornire dati e password, per far sì che il risparmio non si trasformi in una perdita di soldi.

    Foto da ScriS

    690

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Conti correntiSoldi e Carriera
    PIÙ POPOLARI