Come risparmiare con la regola del 50-20-30

Volete risparmiare qualche soldo e tagliare le spese superflue? Facile da dire, meno facile da applicare. Proprio per questo un docente di Harvard ha messo a punto un metodo da applicare alla stipendio per risparmiare quotidianmente. Scopriamo insieme il metodo 50-20-30 per risparmiare ogni giorno qualche soldo in più.

da , il

    Come risparmiare con la regola del 50-20-30

    Come risparmiare quando il budget mensile permette appena appena di pagare le spese? Con la regola del 50-20-30 è possibile mettere qualcosa da parte, continuando a stare in regola con l’affitto e con tutte le altre uscite che è necessario sostenere ogni mese. Questa regola, sviluppata e messa a punto da un professore della Harvard University è applicabile non solo da chi ha qualche problema a raggiungere la fine del mese, ma anche da chi vuole impegnarsi ad eliminare le spese superflue ed iniziare una vita più regolare. Scopriamo cosa dice la regola del 50-20-30 sul risparmio, come applicare la regola sullo stipendio e quali sono i benefici della regola 50-20-30 sul risparmio.

    Cosa dice la regola del 50-20-30 sul risparmio?

    La regola 50-20-30 sul risparmio ti aiuta a creare un budget utilizzando tre categorie di spesa.

    Il 50% per i bisogni primari

    Il 50 per cento del reddito deve andare alle spese per vivere e ai bisogni primari (affitto, mezzi di trasporto per andare al lavoro, la spesa per mangiare, la rata del mutuo le bollette).

    Il 20% va investito

    Il 20 per cento del reddito deve andare a risparmi, investimenti e pagamenti per ridurre i debiti (carta di credito).

    Il 30% per le spese superflue

    Il 30 per cento, infine, deve essere utilizzato per la spesa flessibile, ovvero per acquistare ciò che si desidera, ma di cui non si ha necessariamente bisogno (film, vacanze, ristoranti, uscite con gli amici).

    La regola 50-20-30 è stata suggerita dalla rivista americana ‘Forbes’ e messa a punto da Elisabeth Warren, docente di Harvard e senatrice degli Stati Uniti per il Massachusetts.

    La regola non va oltrepassata. Ossia le percentuali sono il limite massimo di spesa per i singoli settori. Se si riesce a spendere di meno, ciò che resta può essere utilizzato per altri investimenti.

    Come applicare la regola sullo stipendio

    Come applicare la regola sullo stipendio? Prima di tutto, è necessario sapere con precisione quanti soldi si portano a casa ogni mese. Questo è il reddito, che andrà diviso secondo la regola 50-20-30. Se si lavora autonomamente, è indispensabile capire quali sono i guadagni medi ogni mese. Per chi fa lavori saltuari o da freelance, si può fare una media dell’ultimo anno o degli ultimi sei mesi. A questo punto, si possono dividere le spese in tre categorie: essenziali, obiettivi finanziari e spese flessibili. Se si sta eccedendo con beni non di prima necessità, è bene tagliare il superfluo.

    Quali sono i benefici della regola 50-20-30 sul risparmio

    La regola 50-20-30 sul risparmio porta con sé indubbi benefici: funziona perché si è in grado di pagare fatture e spese fisse, ma si aggiungono anche risparmi ogni mese e c’è comunque la libertà di utilizzare parte del reddito per alcuni svaghi. Si raggiungerà, nel tempo, la stabilità finanziaria desiderata.

    La flessibilità è un altro punto di forza della regola 50-20-30: le percentuali possono infatti essere leggermente modificate finché non si raggiunge la soglia desiderata. Insomma, non ci si indebita, si investe per il futuro e ci si gode la vita.