Come risparmiare acqua in casa: 8 consigli utili

Risparmiare acqua in casa è il metodo migliore per tagliare il costo della bolletta e fare del bene all'ambiente. Abbiamo raccolto 8 consigli utili da applicare ogni giorno per tagliare l'acqua e tenere qualche soldo in più nel portafoglio.

da , il

    Come risparmiare acqua in casa: 8 consigli utili

    Sapere come risparmiare acqua in casa è importante non solo per accantonare qualche soldo, ma anche per rispettare l’ambiente. Conoscere i principali modi per non sprecare l’acqua presenta il duplice vantaggio di giovare tanto al nostro conto corrente quanto alla sostenibilità del pianeta, giacché si tratta di un bene prezioso quanto raro. Sebbene molti pensino che, l’acqua del rubinetto di casa che discenda dai tubi per volontà divina, l’acqua potabile è un bene pubblico che spesso diventa una continua fonte di sprechi. Ecco dunque qualche trucco per risparmiare acqua da tenere bene a mente. Modi per non sprecare l’acqua.

    1. Non fate scorrere l’acqua se non è necessario

    Potrebbe sembrare superfluo ribadirlo, eppure molte persone lasciano scorrere l’acqua anche quando non è assolutamente necessario. Ad esempio mentre ci si insapona le mani o si lavano i denti, a molti costa un’enorme fatica ai bicipiti alzare ed abbassare la levetta, preferendo far scendere il Niagara nel rubinetto.

    Non parliamo poi del momento della rasatura, dai 15 ai 30 minuti di scorrimento perenne, a seconda del tempo che ognuno ci mette per farsi la barba, quando basterebbe modificare le proprie cattive abitudini, riempendo la vaschetta del lavabo. Risparmio garantito di qualche litro d’acqua, e un bel beneficio anche per il pianeta, già che ci siete.

    2. Preferite la doccia al bagno

    Altra nota dolente, il bagno: per riempire una vasca sono necessari 100 litri d’acqua, mentre per una doccia il consumo d’acqua è pari circa alla metà. Inutile dire cosa sia meglio. Tuttavia anche sul numero di docce bisogna mettersi d’accordo: fare una decina di docce al giorno, oltre a farvi sprecarle litri di acqua e soldi, vi distruggerà le residue difese dell’epidermide

    3. Regolare lo scarico del wc

    Già immaginiamo la faccia disgustata di molti di voi, ma vi riveliamo una fondamentale verità che l’italiano medio fatica ad accettare. Lo sciacquone consuma a ogni getto circa 10 litri d’acqua, un’enormità. Si può installare un sistema con doppio pulsante di scarico o regolare il galleggiante affinché a ogni schiacciata corrisponda un minore carico d’acqua.

    4. Utilizzare i miscelatori

    Una piccola spesa comporta un grande risparmio: installare dei miscelatori nei rubinetti e nelle docce riduce il consumo d’acqua calda, e si arriva fino a un risparmio del 50. Tutto questo grazie a un aggeggio che fa uscire aria insieme all’acqua quando aprite la manopola: l’ideale per chi di modificare le abitudini non ne ha proprio voglia.

    5. Quali elettrodomestici scegliere e come usarli

    Il miglior modo di usare gli elettrodomestici è fare lavaggi in lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico, con un occhio anche al consumo di detersivo: i migliori elettrodomestici consentono di utilizzarne anche la metà rispetto alla dose indicata.

    Il primo consiglio quindi è acquistare solo elettrodomestici di classe A+, progettati per ridurre il consumo di acqua: costano un poco di più, ma il risparmio garantito nel tempo ammortizza la spesa e si rivela un vantaggio.

    Altro consiglio per risparmiare acqua è evitare lavaggi a temperature molto elevate: per esempio per la lavatrice le temperature intorno ai 50-60 gradi sono più che sufficienti. Infine, quando dovete stirare scegliete un ferro a vapore con il serbatoio ad acqua, che fa risparmiare e non inquina.

    6. Fare controlli periodici

    Ricordatevi di fare controllare periodicamente il contatore dell’acqua nel momento in cui tutti i rubinetti sono chiusi, per evitare che ci sia una perdita nell’impianto. In casi estremi ovviamente dovete chiamare un idraulico, prima che la perdita peggiori o danneggi la casa vicina.

    7. Evitate di lavare l’auto in casa

    Tra gli altri modi per non sprecare l’acqua c’è il lavaggio dell’automobile fatto nel mondo giusto, Meglio effettuarlo in una stazione self service. Lavando la macchina con un tubo di gomma, si consumano più di 400 litri: davvero troppi.

    8. Usate l’acqua di frutta e verdura per innaffiare

    Tra le regole per risparmiare acqua, in particolare quando siamo in un periodo di siccità e quindi questo prezioso liquido scarseggia, c’è quella di usare l’acqua usata per lavare frutta e verdura anche per innaffiare le piante. Si fornisce a queste ultime pure un buon serbatoio di sali minerali.