Speciale Natale

Come mettersi in proprio, 4 consigli da seguire prima di iniziare

Come mettersi in proprio, 4 consigli da seguire prima di iniziare
da in Consigli soldi e carriera, Soldi e Carriera
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 05/10/2016 16:07

    start_up

    Il tuo capo ti fa impazzire? Il collega leccapiedi ti ha scippato la promozione? Non ne puoi più di mettere le tue capacità al servizio di un’azienda che non ti apprezza? Se ti chiedi come si fa a mettersi in proprio e liberarsi di tutti questi problemi, qui trovi alcuni consigli da seguire prima di iniziare. Cambiare vita (lavorativa) è possibile, basta essere preparati al percorso che ci aspetta e trovare il coraggio di provare.

    Come mettersi in proprio - Business

    Il consiglio più ovvio è fare ciò in cui si è bravi. Naturalmente è necessario sapere di avere la stoffa per diventare un cosiddetto lavoratore autonomo, ma avere delle competenze specifiche nel settore in cui si decide di fare impresa è fondamentale per non fare errori da principiante. A questa consapevolezza si aggiungono la conoscenza del mercato di riferimento e della concorrenza, che avremo maturato attraverso la nostra esperienza precedente, e naturalmente quella dei processi lavorativi delle attività che ci riguardano e che potrebbero suggerirci delle innovazioni. Inoltre, la credibilità della nostra azienda non può che trarre vantaggio da un imprenditore con una “storia”.

    Come mettersi in proprio - Money

    Mettersi in proprio significa anche assumersi la responsabilità di costi che – da dipendenti – non siamo tenuti ad affrontare. Per questo è fondamentale avere una buona base economica da cui partire. Dovrà servire principalmente per le spese ordinarie: i guadagni di un’attività imprenditoriale non sono quasi mai immediati e bisogna poter attingere ad un fondo mentre aspettiamo di “decollare”. Inoltre, in caso di imprevisto, il fondo di emergenza ci eviterà di chiudere.

    Come mettersi in proprio - teamwork

    Nessun uomo è un’isola e meno che mai lo è un imprenditore. Il consiglio più saggio è costruire una squadra di lavoro con le competenze tecniche e le caratteristiche caratteriali giuste per poter portare avanti la nostra azienda. Questo non significa scegliere amici, parenti o persone simpatiche per rendere più piacevole la nostra vita di ufficio, ma evitare di assumere e collaborare con persone negative, egotiche, che creino inutilmente un clima di tensione con i colleghi e che non credano nel progetto. Il ricordo dei colleghi precedenti dovrebbe essere un’ottima guida in questa scelta.

    Come mettersi in proprio - business plan

    Il consiglio dei consigli è: compilare il business plan. È un’operazione che richiede un po’ di tempo, ma che evita scivoloni ed errori dovuti all’inesperienza. Il web è pieno di modelli, ma compilarne uno con l’ausilio di un professionista è senz’altro la scelta migliore.

    659

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI