Come lavorare da freelance e avere successo

Freelance: ecco illustrate alcune tecniche per avere successo come lavoratore autonomo.

da , il

    Come lavorare da freelance e avere successo? Proviamo a mettere un po’ di luce nel mondo del lavoro autonomo. In Italia sono quasi sei milioni coloro che hanno deciso essere il proprio datore di lavoro, ma spesso improvvisarsi manager di se stessi può nascondere delle insidie e l’errore è dietro l’angolo. Ecco dieci regole che considero fondamentali per lavorare da freelance e avere successo, o per lo meno per evitare di trovarsi impreparati una volta entrati nel mondo del lavoro in proprio.

    Una volta si diceva libero professionista, ora si usa il termine freelance, ma in sostanza l’attività svolta da un lavoratore autonomo non è molto diversa da quella svolta da un dipendente, potremmo dire che il fattore che differenzia le due figure è la precarietà, che per un lavoratore freelance, sia esso un grafico, un esperto del web o un veterinario, è il vero nemico da combattere.

    Partiamo da alcuni quesiti iniziali: come muoversi nel mercato dei freelance? Esistono delle tecniche da seguire per scongiurare l’insuccesso? Come presentarsi correttamente? Come negoziare un’eventuale proposta di lavoro? Vediamo alcuni punti fondamentali per proporsi in maniera adeguata e riuscire ad avere successo lavorando come freelance.

    Sei unico, valorizza la tua unicità

    Essenziale per poter ‘vendere’ la propria professionalità è valorizzarla nel giusto modo. Identifica la caratteristica o le caratteristiche che ti contraddistinguono, e che ti rendono diverso dagli altri lavoratori. Faciliterai chi sta cercando una figura come la tua da inserire in azienda a riconoscerti ad una rapida occhiata.

    Punta su quello che sai fare meglio e, se necessario, studia

    Non improvvisati e non proporti in un lavoro se non hai nemmeno un poco di esperienza. Continuare a studiare e aggiornarsi è un buon metodo per stare al passo coi tempi e migliorare costantemente la propria professionalità.

    Dai sempre un occhio al mercato per inquadrarti e ‘venderti’

    Molti pensano di essere attrattivi a livello lavorativo proponendo il proprio titolo di studio e la propria esperienza professionale. Molte volte non basta. Certo, l’esperienza e il titolo sono importanti, ma è altrettanto importante fare un’analisi di mercato mirata, perchè in alcuni settori particolarmene sovraffollati (leggi: ipercompetitivi) diventa proprio necessario mostrare di possedere un valore aggiunto, un elemento specifico che evidenzi una qualche specialità. Rispondi alla domanda: cosa so fare in maniera speciale? e sarai a cavallo sapendo su cosa puntare.

    Impara la flessibilità

    No, ti rassicuro subito: non si nasce flessibili, lo si diventa. Quando ti trovi davanti a un cliente e sei in trattativa per un lavoro devi considerare tutti gli elementi in gioco: le tue conoscenze, la strategia per giungere allo scopo, eventuali vincoli di budget, etc. Impara a essere flessibile adattando le tue proposte alle esigenze del cliente.

    Impara ad essere sicuro di te

    Per essere convincenti bisogna essere sicuri di sè. Solo conoscendo il proprio valore si acquista fiducia nelle proprie capacità. E questo è importante, anzi fondamentale, per risultare convincenti. Non solo per mostrare la propria competenza in maniera corretta, ma anche e soprattutto per giustificare la tua successiva richiesta economica, lo stipendio per intenderci.

    Impara la diplomazia

    Un brutto carattere non piace a nessuno. Cerca di essere il più possibile piacevole e affabile con gli altri, ovviamente senza cadere nella falsità. Cerca di non essere arrogante e controlla l’aggressività che, specialmente se ci si trova sotto stress, può manifestarsi. Non avere paura di cambiare, analizza il tuo rapporto con il prossimo e se necessario lavora sulle relazioni con gli altri.

    Comunica con chiarezza

    Rispondi sempre a tutte le domande ed evita i giri di parole, vai subito al dunque, per dirla semplice: devi essere chiaro. Cerca di esporre le tue proposte e le tue esigenze in maniera sempice e chiara, senza lasciare spazio ad ambiguità di qualsiasi genere. Questo ti permetterà di poter contattare soggetti con cui hai già lavorato, sicuro di aver lasciato un buon ricordo della tua professionalità.

    Impara a gestire il tempo

    Organizzare al meglio il tempo a disposizione è una delle cose fondamentali da imparare prima possibile. Ci vuole tempo per cercare clienti, per stilare preventivi, per seguire le trattative, per confrontare le proposte. Ci vuole tempo per pensare e studiare strategie, ma anche per portare a termine il lavoro in maniera pratica.

    Impara ad aspettare

    Non essere assillante. Il lavoro probabilmene non arriverà subito, oppure tra un committente e un altro potrebbe essere necessario attendere, e nell’attesa bisogna stare calmi. La proposta che non andava bene ieri potrebbe essere considerata utile domani. Se sei abbastanza credibile da riuscire ad ottenere un’occasione di lavoro non puoi comunque rischiare di sprecare tutto per la fretta o per una decisione impulsiva. Devi inoltre imparare a aspettare il momento giusto per fare una determinata cosa, che sia accettare o rimandare una nuova proposta di lavoro, l’inoltro di una mail, o il lancio di un ultimatum. Su questo punto, ricorda: meglio evitare inutili prove di forza che possono trasformarsi in ostacoli tra te e il successo.

    Cerca clienti affini ai tuoi valori

    Il rispetto reciproco è uno dei valori fondamentali in un rapporto di lavoro. Se ti senti estraneo all’identità di una data azienda avrai un punto debole in più, e il lavoro ne risentirà, quindi ti consiglio di cercare clienti in linea con i tuoi valori piuttosto che essere costretto a dedicarti a un business che in realtà detesti.

    In conclusione

    Mostra di essere consapevole, disponibile, motivato, onesto, affidabile e responsabile. Offri rispetto. E non dimenticare mai che sei sempre a lavoro per implementare la tua reputation!