Speciale Natale

Come arruolarsi nei Vigili del Fuoco

Come arruolarsi nei Vigili del Fuoco
da in Lavoro, Soldi e Carriera
Ultimo aggiornamento:
    Come arruolarsi nei Vigili del Fuoco

    Sognate di diventare Vigili del Fuoco? Vediamo tutti i dettagli del percorso di accesso ad una professione nobile e affascinante, dal grande rilievo sociale e che costituisce per molti una vera e propria vocazione, più che un lavoro. Prima di tutto una distinzione fondamentale: si può entrare nel Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco da volontari o all’interno del personale permanente.

    I vigili del fuoco volontari svolgono le loro attività in casi particolari, per esempio quando si verificano catastrofi o calamità naturali, e in queste situazioni possono essere chiamati in servizio per periodi di 20 giorni, oppure svolgere il lavoro in distaccamenti volontari. Per diventare vigile del fuoco volontario è necessario fare domanda al Comando Provinciale di residenza o presso il Comando dei Vigili del Fuoco della provincia limitrofa. I requisiti comprendono limiti di età che vanno dai 18 ai 45 anni, il possesso di un diploma di istruzione secondaria di primo grado, oltre all’idoneità psicofisica e attitudinale e requisiti di qualità morali e di condotta. I candidati devono inoltre godere dei diritti politici e non essere stati dispensati o licenziati dalla Pubblica Amministrazione.

    Per arruolarsi nei Vigili del Fuoco permanenti, una delle professioni di pubblica utilità più ambite, è necessario superare un concorso pubblico indetto periodicamente, il cui bando viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale IV serie speciale concorsi ed esami. I requisiti per diventare vigile del fuoco partono dall’età, che deve essere inferiore ai 30 anni, e passano per altre limitazioni comuni ai concorsi per l’accesso ai pubblici impieghi (come quelli per l’accesso alla professione di poliziotto): la cittadinanza italiana, il godimento dei diritti politici, il possesso di un diploma di istruzione secondaria di primo grado (licenza media inferiore) e per l’idoneità psicofisica e attitudinale che viene accertata dal Comando Provinciale.

    Il concorso pubblico si compone di cinque step: si parte da una prova preselettiva, si passa poi ad una prova motorio-attitudinale. Il passaggio successivo è un colloquio con una apposita commissione, che procede in seguito anche alla valutazione dei titoli di merito e all’accertamento dei requisiti di idoneità psico-fisica ed attitudinale. Se il candidato supera tali passaggi, limitatamente ai posti messi a disposizione nel bando, diventa a tutti gli effetti un membro del Corpo dei Vigili del Fuoco.

    491

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN LavoroSoldi e Carriera

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI