Speciale Natale

Cerchi lavoro? Facebook e la giuste conoscenze ti possono aiutare

Cerchi lavoro? Facebook e la giuste conoscenze ti possono aiutare
da in Soldi e Carriera
Ultimo aggiornamento:
    Cerchi lavoro? Facebook e la giuste conoscenze ti possono aiutare

    Cercare un lavoro oggi vuol dire non prescindere mai da due fattori: Facebook e giuste conoscenze. Se le secondo sono sempre state un fattore decisivo, nell’epoca di Internet non si può negare il ruolo svolto dai social network, vero e proprio cuore pulsante di tutto ciò che accade in rete. Trovare lavoro su Facebook è possibile, nonostante venga considerato il social del disimpegno, dove le persone pubblicano foto personali e le aziende pensano a farsi pubblicità. Per chi non vuole usarlo solo per ritrovare vecchi amici, però, il sito di Mark Zuckerberg offre anche la possibilità di entrare in contatto con le aziende. Le quali, di rimando, si sono ormai adattate e utilizzano Facebook anche a fini di recruiting.

    Sono ormai finiti i tempi in cui il lavoro si cercava sulle riviste di annunci e persino i siti web di offerte stanno segnando il passo. Perché spesso pubblicano annunci vecchi o poco attendibili e, in ogni caso, non offrono alcuna garanzia che la candidatura venga letta e vagliata dall’azienda. Quando un responsabile di risorse umane riceve migliaia di curricula al giorno è umanamente impossibile prestare attenzione a tutti allo stesso modo. Il problema è che Internet, se da un lato ha moltiplicato in maniera esponenziale le possibilità per chi è alla ricerca di occupazione, dall’altro ha anche reso il tutto troppo facile e veloce. Chiunque, da qualunque parte del mondo, può rispondere a un’offerta con un click. Questo, sempre più spesso, da vantaggio si trasforma in svantaggio. A mancare è il fattore umano, il collegamento con le persone che rappresentano l’azienda.

    Come ovviare a questa carenza, pur sfruttando le potenzialità della rete? E’ qui che entrano in gioco i social network, che portano nell’era virtuale la reciprocità del rapporto umano, consentendo un contatto diretto con l’azienda e le risorse umane.

    Le giuste conoscenze non si trovano solo nella piccola cerchia della famiglia e degli amici ma anche (e sempre più) in rete. LinkedIn è l’esempio lampante di questo discorso, un social network dedicato ai professionisti che vogliono entrare in contatto con altri professionisti. Non è semplice, però, farsi accettare da persone che non ti conoscono se non hai nulla da offrire in cambio. Ecco perché Facebook è più immediato, a patto di saperlo usare con criterio. Trovare lavoro su Facebook è possibile ma non è operazione che si possa fare a tempo perso, cinque minuti al giorno.

    Certo, le aziende ormai pubblicano le offerte prima sui social e poi sul sito ufficiale o sui portali di lavoro, ma il vero salto di qualità si ottiene quando si riesce a instaurare un dialogo con l’azienda. Come? Diventando utente attivo e comprendendo che il concetto di ‘giuste conoscenze’ non si limita al contatto interno all’azienda, perché Internet offre una possibilità incredibile: arrivare al lavoro dei sogni per vie traverse, magari passando per professionisti che non c’entrano niente ma che possono conoscere uno che conosce un altro e così via. Cercare lavoro nell’era del web è tutta questione di partecipazione, diventa un lavoro a sua volta. Anche perché sbagliare approccio significa esporsi al disastro. Una prima selezione avviene all’entrata, perché non tutti hanno la possibilità di dedicare il giusto tempo a queste attività. Come in tutte le cose, pazienza e dedizione sono gli ingredienti giusti per il successo.

    579

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Soldi e Carriera

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI