Speciale Natale

Assegni familiari: a chi spettano, come richiederli e tutte le info utili

Assegni familiari: a chi spettano, come richiederli e tutte le info utili
da in Lavoro, Soldi e Carriera
Ultimo aggiornamento:
    Assegni familiari: a chi spettano, come richiederli e tutte le info utili

    Gli assegni familiari sono un contributo molto utile, ma come richiederli e scoprire a chi spettano? Questi assegni, da non confondere con gli assegni per il nucleo familiare (ANF), vengono dati direttamente dall’INPS alle famiglie di alcune categorie di lavoratori e pensionati italiani, comunitari ed extracomunitari se il loro nucleo familiare è al di sotto dei limiti stabiliti dalla legge ogni anno.

    Le categorie di lavoratori che possono richiedere gli assegni familiari sono: coltivatori diretti, coloni e mezzadri, piccoli coltivatori diretti ed i titolari delle pensioni a carico delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri). Ciascuno di essi ha diritto ad un assegno per ogni familiare vivente a carico che abbia un reddito personale mensile inferiore a 706,11 se si tratta di un coniuge, un genitore, un figlio o una figlia, un fratello, una sorella e di 1235,69 euro per due genitori ed equiparati. Questo limite viene rivalutato ogni anno.

    I familiari per i quali possono essere richiesti gli assegni sono: il marito o la moglie, anche se legalmente separati, purché siano a carico (vale solo per i titolari di pensione); i figli o equiparati anche se non conviventi ed i fratelli, le sorelle e i nipoti conviventi che siano minorenni, apprendisti o studenti di scuola media inferiore (fino a 21 anni); universitari (fino a 26 anni e nel limite del corso legale di laurea); inabili al lavoro (senza limiti di età); gli ascendenti, ossia i genitori o i nonni ed equiparati, ma solo se il richiedente è piccolo coltivatore diretto; i familiari di cittadini stranieri che risiedano in Paesi con i quali esista una convenzione internazionale per i trattamenti di famiglia.

    Pagare gli assegni familiari è uno dei compiti dell’INPS, che si cumula ad altre attività dell’ente, come gestire i voucher telematici e le pensioni di reversibilità.

    La domanda va presentata esclusivamente online, collegandosi autonomamente al portale dell’INPS (muniti del proprio PIN) nella sezione “Invio OnLine di Domande di prestazioni a Sostegno del reddito” oppure attraverso il numero verde 803164 (gratuito da rete fissa) o il numero a pagamento 06/164164 (da mobile) oppure usufruendo dei servizi telematici dei Patronati.
    La quota mensile di ogni assegno è pari a 8,18 per i coltivatori diretti, coloni, mezzadri per i figli ed equiparati; 10,21 euro ai pensionati ed ai piccoli coltivatori diretti per il coniuge e i figli ed equiparati; 1,21 ai piccoli coltivatori diretti per i genitori ed equiparati.

    452

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN LavoroSoldi e Carriera

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI