Yoga della risata: l’allenamento del benessere

da , il

    Yoga della risata: l’allenamento del benessere

    Il cosiddetto Laughter Yoga, un’idea semplice e rivoluzionaria che sta conquistando il mondo, si potrebbe definire l’allenamento del benessere. Ideato dal medico indiano di Mumbai Dott. Madan Kataria nel 1995, oggi è diventato un fenomeno mondiale con oltre 6000 Club in circa 60 Paesi.

    Lo yoga della risata è l’unione della respirazione yoga (pranayama) con la risata incondizionata. Si ride senza motivo. La risata non deve essere condizionata dall’umorismo, da scherzi o da altri divertimenti, ma deve scaturire dall’interno, come esercizio del corpo, da eseguire in gruppo. Con il contatto visivo e il ritorno all’infanzia, ben presto la risata diventa contagiosa e reale, a beneficio sia fisico che psichico.

    Seguito in tutto il mondo, del Laughter Yoga si sono occupate testate giornalistiche internazionali come il Time Magazine, il National Geographic, il Wall Street Journal, il Los Angeles Times, il Daily Telegraph (UK) oltreché televisioni popolari quali BBC, CNN, ZDF (Germania), NHK (Giappone), ABC News (USA) e altre in tutto il mondo.

    I club dello yoga della risata sono dei club sociali, vale a dire gratuiti per tutti. Non c’è una quota da versare, nessun modulo da compilare. Questi club sono gestiti da volontari che insegnano il laughter yoga. Inoltre i club non sono né a sfondo politico, né religioso e sono no-profit.

    L’obiettivo di questi club, è quello di portare salute, gioia e pace nel mondo attraverso la risata. La risata infatti è universale, senza barriere linguistiche e culturali. I club dello yoga della risata sono in rapida crescita in tutto il mondo, soprattutto tra le persone con la metalità aperta che credono nell’amore incondizionato, nel divertimento e nell’amicizia. Ogni prima domenica di maggio si celebra il World Laughter Day. Nel 2000 in Danimarca, a Copenhagen, erano riunite oltre 10.000 persone.

    A giudicare da chi lo pratica, lo yoga della risata è un’esperienza che cambia la vita. In India migliaia di club dello yoga della risata si ritrovano nei parchi ”a ridere” e la maggior parte dei membri che ne fanno parte dichiarano con orgoglio di non aver saltato nemmeno un giorno. Affermano che questa pratica li rende felici, sani e pieni di energia positiva, per far fronte allo stress della vita quotidiana salvandoli dalla depressione.

    E non solo. Pare infatti che chi pratichi assiduamente i club, ne tragga un beneficio anche fisico in generale, con riduzione della frequenza di infezioni respiratorie come raffreddore e influenza, diminuzione fino alla scomparsa della depressione e la riduzione di altre malattie croniche.

    Ricerche scientifiche condotte all’Università di Graz in Austria, a Bangalore, in India e negli Stati Uniti, hanno dimostrato che ridere abbassa il livello di ormoni dello stress, quali adrenalina e cortisolo, nel sangue. Si promuove quindi un atteggiamento positivo di speranza, potendo affermare che una persona è meno soggetta a soccombere allo stress, alla depressione e al senso di impotenza, se è capace di ridere. Ottimi risultati si sono ottenuti anche nei luoghi di lavoro dove sia stato possibile introdurre il laughter yoga, con sessioni di 15-20 minuti con brevi pause di respirazione yoga.

    Al momento le aziende e le società che hanno accettato di sperimentare questa tecnica sono in India, Danimarca e Stati Uniti, ma ci si augura aumentino a favore di una società più sana. Pare invece sia più vasta la sua pratica in strutture per l’assistenza degli anziani, in Canada, Stati Uniti, Israele ed Europa. In vista dell’aumento della vita media (fra dieci anni il numero degli anziani sarà raddoppiato), e vista la capacità cognitiva di alcuni anziani compromessa a causa di alcune malattie come la demenza senile o l’Alzheimer che rende loro impossibile cogliere l’umorismo, con la pratica dello yoga della risata si possono ottenere benefici per la salute, altrimenti impossibili.

    La pratica ha inoltre dato speranza ai malati di cancro, il più grande killer dopo infarto e depressione. La ricerca scientifica ha dimostrato che ridere produce un profondo impatto sul sistema immunitario che aumenterebbe le speranze di sopravvivenza, oltreché aiutare i pazienti e i loro familiari ad affrontare il dolore e il trauma. Anche nelle carceri pare che il trattamento della risata abbia un impatto positivo. Praticato in India, Stati Uniti ed Europa, ha contribuito ad alleggerire l’atmosfera tra i detenuti.

    Il laughter yoga è risultato essere un ottimo metodo per dissipare sentimenti negativi di rabbia e frustrazione, cambiando positivamente gli atteggiamenti degli ospiti, diminuendo gli attriti con guardie e compagni, diminuendo drasticamente gli episodi di violenza.

    Infine, il laughter yoga ha cambiato radicalmente la vita di molte persone con disabilità fisiche e mentali, migliorando le loro capacità motorie ed espressive, oltreché l’iperattività. Introdotto anche in molte scuole per ciechi, e per bambini sordo-muti, sarà in grado di aiutarli ad affrontare la loro disabilità con un atteggiamento più positivo, a favore di un personale benessere psico fisico.

    Perchè non provare?

    Foto da whatnot