Torsione del testicolo: sintomi, intervento chirurgico e conseguenze

Torsione del testicolo: sintomi, intervento chirurgico e conseguenze
da in Disturbi, Workout
    Torsione del testicolo: sintomi, intervento chirurgico e conseguenze

    La torsione del testicolo comporta sintomi come il dolore. Vediamo come avviene l’intervento chirurgico e quali conseguenze potrebbero insorgere in caso di torsione testicolare. Questa condizione si verifica quando un testicolo può torcersi intorno al funicolo spermatico, a causa di tessuti non attaccati bene, e non riceve più il flusso di sangue. A questa situazione segue un forte dolore e una sensazione di gonfiore, che richiedono un intervento tempestivo da parte di un medico. Il problema può presentarsi al testicolo destro o a quello sinistro, anche se di solito tende a colpire quest’ultimo. Non si tratta di un disturbo molto diffuso, perché colpisce circa un uomo su 4.000, fino a 25 anni di età.

    Il sintomo più evidente della torsione consiste in una sensazione di dolore forte e improvviso in un solo lato dello scroto: è raro che si verifichi una torsione senza dolore. Anche se entrambi causano dolore, la torsione testicolare non deve essere confusa con il varicocele, un disturbo causato dalla dilatazione di un gruppo di vene presenti nel testicolo.

    In alcuni casi si può notare anche un cambiamento delle dimensioni di un testicolo, che diventa più grande dell’altro. Segnali di una torsione testicolare possono essere anche i cambiamenti di colore dello scroto, che può diventare più rosso o scuro. Solitamente il gonfiore non si manifesta immediatamente quando si presenta il problema, ma solo dopo un po’ di tempo. Inoltre si possono avvertire anche nausea e vomito.

    Solo in casi rari la sensazione di forte dolore può presentarsi lentamente, nel giro di alcuni giorni, perché di solito la torsione testicolare implica l’insorgenza di un dolore forte e improvviso. Non sono sintomi di questo disturbi il bruciore durante la minzione o il bisogno di urinare spesso. Solo nel 2% dei casi, la torsione testicolare colpisce entrambi i testicoli.

    Cosa fare in caso di torsione testicolare? L’operazione da effettuare con tempestività consiste nel riportare alla posizione normale il funicolo spermatico, in modo da ripristinare il flusso di sangue verso il testicolo colpito dalla torsione.

    Dopo 6 ore dall’insorgenza del problema possono presentarsi lesioni permanenti. E’ sempre necessaria l’operazione chirurgica, anche se il funicolo spermatico può essere portato alla normalità già nel pronto soccorso.

    L’intervento, che viene solitamente eseguito passando dallo scroto, permette di correggere la torsione e prevede anche l’applicazione di alcuni punti per la prevenzione delle ricadute. Se non ci sono le condizioni necessarie a salvare il testicolo, quest’ultimo deve essere rimosso e vengono applicati dei punti attorno all’altro testicolo, per prevenire un’eventuale torsione. Dopo l’intervento chirurgico è necessario assumere per qualche giorno degli antidolorifici e per qualche settimana bisogna evitare l’attività fisica e gli sforzi intensi.

    Le conseguenze possono essere anche molto gravi, perché, se non viene applicato un trattamento nel giro di poche ore, possono insorgere delle lesioni permanenti al testicolo, a causa dell’ostruzione della circolazione del sangue. In caso di lesioni gravi, il testicolo deve essere asportato con l’intervento chirurgico. Le lesioni al testicolo in alcuni casi potrebbero anche causare la sterilità.

    610

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DisturbiWorkout
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI