Speciale Natale

Tendini e legamenti: 5 rimedi naturali in caso di trauma

Tendini e legamenti: 5 rimedi naturali in caso di trauma
da in Infortuni, Workout
Ultimo aggiornamento:
    Tendini e legamenti: 5 rimedi naturali in caso di trauma

    I legamenti e i tendini sono responsabili del passaggio delle informazioni dai muscoli alle ossa. In caso di traumi possono verificarsi stiramenti, strappi o lacerazioni: di conseguenza la parte interessata si gonfia, duole e assume una colorazione rosso bluastra. Ma cosa fare in caso di traumi?

    Se sono interessati dei legamenti fondamentali per l’equilibrio, l’articolazione si piega indirezione contraria rispetto a quella naturale. Le lacerazioni tendinee sono riconoscibili dall’impossibilità di far leva sul muscolo relativo. In caso di traumi ai tendini e lesioni di legamenti importanti è necessario intervenire al più presto, mentre per strappi o stiramenti dei legamenti spesso è sufficiente mantenere l’arto a riposo per qualche tempo. I rimedi naturali leniscono il dolore e accelerano la guarigione.

    1- Raffeddare: Raffreddare subito l’arto che ha subito il trauma, per ottenere un immediato effetto analgesico, oltre che la riduzione di gonfiori ed ematomi. Mettere sulla parte lesa dei panni imbevuti di acqua ghiacciata o dei cubetti di ghiaccio avvolti in un panno leggero. In alternativa si può usare il ghiaccio spry che si trova in farmacia.

    2- Digitopressione: Si può attenuare il dolore provocato dal trauma al tendine con la digitopressione, una tecnica di automedicazione, che consiste nell’eseguire pressioni in determinati punti del corpo. Per diminuire il dolore, va premuto un punto sulla mano relativa alla parte lesa, sull’apice del gonfiore del muscolo che si forma quando si tiene il pollice contro la mano stessa.

    3- Arnica: Le piante curative dalle proprietà calmanti, come per esempio l’arnica, sono componenti di molte pomate che si possono acquistare in farmacia o in erboristeria. In caso di stiramenti o strappi, esse aiutano a guarire e a riassorbire gli ematomi.

    4- Argilla acetica: L’argilla acetica, reperibile in erboristeria o in farmacia, ha proprietà rinfrescanti e antidolorifiche. Va posta sull’arto interessato avvolto in una garza.

    5- Fanghi: Gli impacchi di fango attenueranno il dolore grazie alle loro proprietà antinfiammatorie e le frizioni di acquavite, eseguite più volte al giorno, rinfrescano la pelle e leniscono il dolore.

    Durante poi il processo di guarigione dei traumi ai tendini e ai legamenti possono intervenire restringimenti o aderenze, che rendono molto difficile per l’articolazione la ripresa dei movimenti, a causa della forzata immobilità per un lungo periodo.

    Gli esercizi di ginnastica riabilitativa, se effettuati con costanza e sotto la guida di un esperto, sono efficaci per evitare le limitazioni dei movimenti.

    Semplici consigli che se eseguiti nel migliore dei modi potrebbero evitarvi sofferenze più lunghe del previsto.

    Foto da ko_an

    453

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN InfortuniWorkout

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI