Sigaretta elettronica: come funziona? [FOTO]

Sigaretta elettronica: come funziona? [FOTO]
da in Workout

    La sigaretta elettronica può rappresentare un aiuto per coloro che hanno deciso di smettere di fumare. L’obiettivo è quello di imitare una sigaretta tradizionale, fornendo al fumatore delle sensazioni simili, ma che comunque non siano pericolose per la salute. In generale, possiamo dire che si tratta di un dispositivo elettronico a batteria ricaricabile, che produce un vapore attraverso l’unione di diversi elementi, fra i quali ci sono: glicerolo, glicole propilenico e aromi naturali. Si può acquistare in farmacia o su internet e il suo costo è pari a meno di 30 euro.

    Ma come funziona la sigaretta elettronica? Si tratta di un meccanismo piuttosto semplice. Si può disporre di un’attivazione manuale o automatica. Nel primo caso il tutto è innescato dal premere un pulsante che è posto sulla parte laterale della batteria.

    Nel secondo caso, invece, si tratta di un processo che si attiva automaticamente nel momento in cui si comincia a fumare. La batteria, che costituisce l’estremità finale della sigaretta, è in grado di fornire energia all’atomizzatore, che si trova posto fra la cartuccia e la stessa batteria.

    E’ proprio l’atomizzatore che comincia a scaldare il liquido che è contenuto nella cartuccia e quest’ultimo si vaporizza, uscendo dall’apposito buco che si ha nella cartuccia e finendo nella bocca.

    La peculiarità di tutto questo meccanismo consiste nel fatto che niente si brucia e niente si consuma. C’è quindi un’assenza della combustione e di conseguenza non vengono prodotte le comuni sostanze cancerogene che mettono a rischio la salute del fumatore.

    All’interno del dispositivo può essere contenuta in maniera facoltativa anche la nicotina, però in ogni caso non c’è l’apporto né di catrame né di monossido di carbonio. Il percorso più comune consiste nel passare dalla sigaretta tradizionale a quella elettronica con una graduazione media di nicotina, per poi arrivare con il tempo a gradazioni più basse o che non ne contengono affatto.

    Difficilmente, infatti, se ne riesce a fare a meno tutto d’un colpo, perché la nicotina dà assuefazione ed è di certo uno degli elementi che, insieme alla gestualità connessa al fumare, tiene legati alle sigarette.

    Si calcola che un giovane su tre è dipendente dal fumo. D’altronde non dobbiamo dimenticare che smettere di fumare non è affatto semplice, però ci sono diverse soluzioni che possono aiutare. La sigaretta elettronica ha dalla sua parte anche il vantaggio della durata, perché, di fronte ad un prezzo molto basso, essa permette di fare tanti tiri quanti quelli che si possono effettuare con tre o quattro sigarette tradizionali. E’ il fumatore stesso che deve regolarsi e decidere di fermarsi.

    497

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Workout
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI