Quali cibi mangiare nella dieta anticancro del prof. Veronesi

Un'alimentazione varia e equilibrata è fondamentale ai fini della prevenzione: questo e tanti altri sono i consigli nutrizionali dell'oncologo Umberto Veronesi. Per combattere i tumori a tavola, scoprite cosa evitare e quali cibi mangiare nella dieta anticancro del prof. Veronesi.

da , il

    Quali cibi mangiare nella dieta anticancro del prof. Veronesi

    Prevenzione a tavola? Ecco quali cibi mangiare nella dieta anticancro del prof. Veronesi. Tutti conoscono l’oncologo di fama internazionale recentemente scomparso Umberto Veronesi, presidente dell’omonima Fondazione e direttore scientifico dello IEO, l’Istituto Europeo di Oncologia. L’illustre professor Veronesi ha lasciato un enorme contributo nel mondo della salute e, in particolar modo, nella strada per la lotta ai tumori.

    Acceso sostenitore di una dieta varia e equilibrata, Veronesi ha sempre incoraggiato la prevenzione a tavola, attraverso consigli nutrizionali e suggerimenti per un’alimentazione sana. Oggi la dieta antitumorale del prof. Umberto Veronesi è un vero e proprio riferimento per chi desidera mantenersi a lungo sano e in forma. Volete saperne di più? Prendete nota di tutti i cibi da evitare e quelli consigliati nella dieta Veronesi.

    I consigli alimentari del prof. Umberto Veronesi

    Al pari del dott. Franco Berrino, anche il prof. Umberto Veronesi ha sempre sostenuto l’importanza dell’alimentazione nella prevenzione dei tumori.

    Recenti studi hanno, infatti, confermato che circa il 60% delle mutazioni causa dei tumori dipendono dall’alimentazione, mentre la restante percentuale è legata agli stili di vita. Alla luce dei sui studi e della sua pluriennale attività di ricerca scientifica, il dottor Veronesi si è fatto sostenitore di una vera e propria dieta anticancro, basata un su un regime alimentare vario e equilibrato.

    I consigli nutrizionali, le ricette e il menù settimanale antitumorale del prof. Veronesi sono presenti in molti dei suoi libri e delle tante pubblicazioni presentate nel corso della sua carriera. Proprio come nella dieta anticancro di Franco Berrino, anche in questo caso l’oncologo ha indicato una serie di cibi da evitare, alimenti consigliati ma anche ricette e suggerimenti per la cottura sana dei cibi. Vediamoli nel dettaglio.

    I cibi da evitare nella dieta antitumorale di Umberto Veronesi

    In linea con la dieta anti cancro AIRC, anche quella proposta dal famoso oncologo si basa sulla varietà e sulla capacità di bilanciare correttamente tutti i nutrienti e le sostanze indispensabili per la salute.

    Ma quali sono i cibi da evitare secondo Veronesi in una dieta antitumorale? Secondo le indicazioni alimentari dell’oncologo occorre evitare il consumo di salumi e carni conservate e ridurre al minimo il consumo di carni rosse.

    Altri alimenti sconsigliati da Veronesi sono i cibi ricchi di grassi e i fritti, ma è bene anche evitare le cotture alla piastra, per evitare di ingerire parti “bruciacchiate”, estremamente dannose.

    Tra le abitudini da bandire? Quella di eliminare completamente i carboidrati sostituendoli con le proteine. In questo modo si potranno evitare danni ai reni.

    Gli alimenti consigliati nella dieta anticancro del prof. Veronesi

    Una volta elencati i cibi da evitare, vediamo invece quali sono gli alimenti da preferire nella dieta anticancro di Veronesi.

    Le proteine animali consigliate da Veronesi

    Cominciamo alle proteine animali. Nella dieta Veronesi via libera a carni bianche, pesce, molluschi e crostacei, tutte carni leggere e povere di grassi. Tra gli alimenti consigliati anche lo yogurt, l’olio d’oliva (da usare con moderazione). Sì anche ad un bicchiere di vino rosso al giorno.

    I vegetali approvati dalla dieta Veronesi

    Fermo restante il consiglio di consumare abbondanti frutta e verdura di stagione, tra i cibi consigliati per prevenire i tumori: broccoli, cavoli, fagiolini, arance, pomodori, carote, legumi, verdure a foglia verde, peperoni, patate, cetrioli, aglio, cipolla, erbe aromatiche ma anche frutta come albicocche, mirtilli, fragole, castagne, lamponi, uva e anguria.

    Quali cotture preferire

    Per quanto riguarda i consigli di cottura, il prof Veronesi suggeriva di consumare preferibilmente frutta e verdura crude e di cucinare al cartoccio o in umido. Questi ultimi sono metodi di cottura sani che eviteranno di alterare i cibi e di utilizzare dosi eccessive di grassi e condimenti.