Pelle del glande screpolata: cause e cosa fare

Pelle del glande screpolata: cause e cosa fare
da in Disturbi, Workout
Ultimo aggiornamento:
    Pelle del glande screpolata: cause e cosa fare

    La pelle del glande screpolata può avere diverse cause. Queste possono essere rintracciate in un processo infiammatorio, che interessa soprattutto la mucosa del glande oppure il tutto può essere determinato da una xerosi, quando diminuiscono le componenti lipidiche dell’epidermide, portando ad una screpolatura del pene. La pelle del glande secca costituisce un campanello d’allarme, che deve spingere ad un consulto medico. In ogni caso, ci sono dei rimedi, che soltanto il medico può indicare, anche se noi stessi possiamo agire per mezzo di una buona igiene.

    Le cause

    Le cause della pelle del glande screpolata sono riconducibili in genere a processi di carattere infiammatorio, i cui motivi possono essere costituiti da irritazioni o da allergie, anche ad alcuni farmaci. La pelle del pene screpolata può vedere la presenza anche di eczemi o desquamazioni, a seconda del tipo di fenomeno con cui si ha a che fare.

    L’infiammazione può colpire anche il glande in particolare, che appare secco e “rugoso”. Il prepuzio screpolato è segno di un’atrofia della mucosa. In sostanza, la mucosa del glande, colpita dall’infiammazione, si è assottigliata e a volte ha subito un processo di irrigidimento. Quest’ultimo è determinato dal cercare di difendersi dall’infiammazione.

    La secchezza può essere determinata da una xerosi, quando diminuiscono le componenti lipidiche dell’epidermide. In questi casi si ha la perdita dell’elasticità della mucosa, la quale reagisce agli stimoli in modo non corretto, non aderendo più perfettamente ai tessuti e costituendo, di conseguenza, un altro problema.

    Cosa fare

    E’ importante consultare il proprio medico di fiducia, per cercare di capire insieme quale potrebbe essere la causa che sta alla base del problema.

    Soltanto in questo modo si può cercare il rimedio che più possa fare al caso singolo. Se il medico non ce li prescrive, non dobbiamo applicare creme o unguenti fai da te, perché la situazione potrebbe anche peggiorare.

    Se non siamo sicuri sui principi attivi contenuti nelle pomate o se non sappiamo se esse contengano pure cortisone, dobbiamo accertarcene. In ogni caso, possiamo rimediare mantenendo una buona igiene. E’ opportuno detergere bene, non aumentando il tempo dedicato alla detersione, perché altrimenti rischieremmo di eliminare completamente il rivestimento protettivo naturale delle mucose.

    Si deve consultare, oltre che un dermatologo, anche un medico esperto in malattie sessualmente trasmissibili, per verificare se alla base del problema ci possa essere una patologia venerea.

    504

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DisturbiWorkout Ultimo aggiornamento: Venerdì 03/07/2015 15:20
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI