Speciale Natale

Orchite: sintomi e cura

Orchite: sintomi e cura
da in Disturbi, Workout
Ultimo aggiornamento:
    Orchite: sintomi e cura

    Orchite: quali i sintomi e la cura? Si tratta di un’infiammazione che può colpire uno o entrambi i testicoli e che di solito è collegata al virus che provoca gli orecchioni. La malattia può essere anche di origine batterica e in genere, in questi ultimi casi, è una conseguenza di un’infiammazione del canale che collega il dotto deferente al testicolo. Il dotto referente non è altro che quel canale, attraverso il quale fuoriesce lo sperma. In molti casi la causa dell’infezione può essere rintracciata in una malattia sessualmente trasmissibile, come, ad esempio, la gonorrea o la clamidia. Vediamo di scoprirne di più.

    I sintomi

    I sintomi dell’orchite sono vari. Tra questi possiamo rintracciare il gonfiore e il dolore ai testicoli, che può essere lieve, ma può arrivare ad assumere forme anche piuttosto forti. Tutto il quadro sintomatologico è accompagnato da altre manifestazioni, come, ad esempio, perdite che si riscontrano dal pene, presenza di sangue nello sperma, nausea e febbre.

    Si può avere anche un dolore inguinale, che colpisce la zona che si trova tra la coscia e l’addome. Tra le complicazioni della malattia possiamo ricordare l’atrofia testicolare e l’ascesso scrotale, quando il tessuto infetto si riempie di pus. Inoltre proprio l’orchite può essere uno dei fattori di rischio dell’infertilità maschile.

    La cura

    La cura dell’orchite consiste soprattutto nel rimanere a riposo a letto, mantenendo una posizione supina, in modo che lo scroto rimanga in alto. Si possono applicare degli impacchi freddi proprio sullo scroto e l’uso dei farmaci dipende dalla causa dell’infiammazione.

    Nel caso si tratti di un’orchite virale, il medico può prescrivere dei medicinali, che hanno come scopo quello di alleviare i sintomi.

    Si può ricorrere ad antidolorifici, ad antinfiammatori non steroidei, come l’ibuprofene. Se si tratta di un’orchite di origine batterica, si può fare utilizzo della terapia con gli antibiotici. Tra gli antibiotici più usati per la cura di questa malattia, ci sono la ciprofloxacina e l’azitromicina. Nello scegliere il principio attivo più adatto, il medico valuterà anche se l’infezione sia stata contratta per via sessuale e se si è affetti da altre malattie trasmissibili sessualmente.

    La terapia antibiotica deve essere eseguita secondo le indicazioni ricevute, in modo da completare il ciclo dei farmaci, anche se i sintomi migliorano in poco tempo. Bisogna fare attenzione anche alla causa dell’infezione, perché, se l’orchite deriva da un contatto sessuale, anche l’altro partner potrebbe avere necessità di essere curato.

    498

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DisturbiWorkout

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI