NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Le ricette di Franco Berrino: 5 esempi da provare

Le ricette di Franco Berrino: 5 esempi da provare

Il Dott. Berrino, epidemiologo e ricercatore presso l'Istituto Nazionale dei tumori di Milano, è noto per la sua dieta anticancro e i suoi consigli per un'alimentazione sana. Abbiamo selezionato per voi 5 ricette di Franco Berrino da provare a casa per mangiare bene e senza rischi.

da in Alimentazione, Benessere, Dieta, Evergreen salute, Workout, Ricette
Ultimo aggiornamento:
    Le ricette di Franco Berrino: 5 esempi da provare

    Abbiamo imparato a conoscere la sua dieta anticancro, ma ora proviamo a scoprire le ricette di Franco Berrino. Direttamente dalle raccomandazioni dell’illustre epidemiologo è possibile ricavare alcuni esempi da provare a casa. Si tratta di ricette sane e semplici da mettere in pratica, che racchiudono i consigli nutrizionali del Dott. Berrino. Queste preparazioni sono state scelte proprio perchè includono gli alimenti consigliati dalla dieta Berrino e, chiaramente, non prevedono quei cibi considerati dannosi per l’organismo perchè favoriscono l’insorgenza di forme tumorali e altre patologie gravi. Dalla colazione al dessert, ecco 5 ricette che Franco Berrino approverebbe e che potrete subito sperimentare ai fornelli.

    Nella dieta del Dott. Berrino, la colazione gioca un ruolo chiave. Il professore raccomanda, tra i cibi da evitare, quelli ricchi di grassi e di zuccheri, così come i prodotti raffinati industrialmente, quali brioche e merende confezionate. Al contrario, suggerisce una salutare zuppa di miso, fonte di enzimi che stimolano la digestione di proteine, grassi e carboidrati. Mangiare zuppa di miso a colazione per Berrino è la scelta ideale soprattutto in inverno, perchè dona energie e aiuta a rimanere sani e belli.

    • 1-2 cipolle
    • 3-4 cm alga Wakame
    • (altre verdure a piacere)
    • acqua (1 lt)
    • sale marino integrale
    • 2 cucchiai di miso

    Fate bollire in abbondante acqua appena salata l’alga. Tagliate le cipolle e aggiungetele all’acqua, insieme alle altre verdure: sedano, cavolo cinese, verza sono quelle più usate nella ricetta tradizionale giapponese. Fate cuocere il tutto per circa 20 minuti. Prelevate un mestolo dell’acqua di cottura così ottenuta e versarslo in una coppetta. A questo punto, unite il miso, lasciandolo sciogliere con un cucchiaio. Insaporite con un po’ di succo di zenzero o delle foglie verdi (prezzemolo, sedano, ecc) sminuzzate a piacere, prima di servire.

    Nelle ricette anti-tumorali del Prof. Berrino i cereali integrali e i legumi sono essenziali. Nella sua dieta, Franco Berrino raccomanda di preferire in assoluto cibi di provenienza vegetale tra cui cerali non raffinati e legumi ben selezionati. Viceversa, tra gli alimenti da evitare compaiono il riso bianco e la farina 00, in quanto cibi raffinati industrialmente e dannosi per l’organismo. L’epidemiologo consiglia, dunque, una pasta o un riso integrale con verdure o legumi da consumare a pranzo o anche a cena.

    • 300 g di riso integrale
    • 2 carote
    • 150 g di pisellini
    • 1/2 cipolla
    • Olio extra vergine d’oliva
    • Brodo vegetale

    Ponete in un tegame la cipolla tritata finemente, con un po’ di olio. Pulite i piselli e le carote, tagliando queste ultime a rondelle, e mettete il tutto nella casseruola. Coprite con il brodo vegetale e fate cuocere lentamente. In una pentola a parte, fate bollire il riso integrale in acqua appena salata. Nel frattempo fate saltare le verdure, aggiungendo un pizzico di sale e pepe o, in alternativa, un pizzico di curcuma. Unite le verdure al riso e servite caldo.

    Chi conosce bene il Dott. Berrino e i suoi consigli nutrizionali, saprà certamente che egli è un convinto sostenitore di una dieta povera di proteine animali. Nell‘alimentazione secondo Franco Berrino la carne rossa è raccomandata per un massimo di 500 gr a settimana. Da preferire è il pesce fresco, più sano, povero di colesterlo e ricco di omega-3.

    Vediamo una ricetta per prepararlo in modo sano.

    • 4 filettini di merluzzo
    • 10 pomodorini ciliegino
    • capperi
    • origano (ottimo se lo avete fresco)
    • qualche fogliolina di basilico
    • 1 spicchio di aglio
    • olio EVO

    In una padella, ponete uno spicchio d’aglio e un filo d’olio, dopodichè aggiungete i filetti di merluzzo, facendoli cuocere per pochi minuti. Aggiungete i pomoodori lavati e tagliati a pezzetti, i capperi ben dissalati, l’origano. Aggiungete un po’ di sale e lasciate cuocere con un coperchio almeno per i primi minuti. A fine cottura aggiungere qualche foglia di basilico fresco.

    Mangiare 5 porzioni di frutta e verdura al giorno è uno dei capisaldi della dieta Berrino. Tra le verdure che il professore invita a riscoprire vi è la bardana, poco conosciuta ai più, ma che vanta numerose proprietà straordinarie e la cui radice ha un sapore eccezionale. Ecco una ricetta per preparare la bardana secondo Berrino.

    • bardana
    • carote
    • acqua
    • sale
    • olio

    Pulite bene la radice della bardana e lasciatela in acqua e sale per evitare che si ossidi. Lavate e pelate le carote (in equal quantità rispetto alla bardana) tagliandole a bastoncino. Lasciate saltare le verdure in una padella con un po’ di olio extravergine d’oliva e un pizzico di sale. Servite come contorno.

    Secondo le raccomandazioni alimentari del prof. Berrino, lo zucchero è uno dei principali nemici della salute dell’uomo. Oltre ad evitare cibi troppo grassi, il dottore consiglia di eliminare in toto le bevande zuccherate e gassate. Anche i dolci confezionati e preprati industrialmente sono da evitare. Come dessert a fine pasto possiamo concederci, secondo Berrino, un po’ di frutta secca o dei dolcetti fatti in casa con poco zucchero e con farina integrale. Vediamo come preparare i biscotti alla Berrino.

    • 110 g farina semi integrale
    • 70 g fiocchi d’avena
    • 2 cucchiai miglio soffiato
    • 25 g noci
    • 25 g mandorla
    • 25 g nocciole
    • 100 g latte di riso
    • 40 g uvetta
    • 1 mela piccola
    • 1 pera piccola
    • 1 cucchiaino buccia limone bio
    • pizzico sale
    • pizzico cannella
    • mezza bustina lievito bio

    Ponete l’uvetta in ammollo in acqua tiepida; tritate in modo grossolano la frutta secca e unitela alla farina integrale, al miglio, ai fiocchi d’avena, al sale, buccia di limone e cannella. Unite in fine l’uvetta ben strizzata e la frutta fresca, precedentemente grattugiata. Mettete tutto nel mixer azionandolo a velocità media per qualche istante. Aggiungete ancora il lievito e azionate ancora il mixer a bassa velocità. Formate i biscotti aiutandovi con due cucchiaini e poneteli su una teglia ricoperta da carta da forno. Fate cucocere per 20 minuti a 180° e servite ancora caldi.

    Ora che sapete chi è Franco Berrino e quali sono le sue teorie, cosa aspettate a provare una di queste ricette?

    1363

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBenessereDietaEvergreen saluteWorkoutRicette
    PIÙ POPOLARI