Speciale Natale

Kripalu Yoga: 5 esercizi base

Kripalu Yoga: 5 esercizi base
da in Benessere, Esercizi, Workout
Ultimo aggiornamento:
    Kripalu Yoga: 5 esercizi base

    La pratica dello Yoga comporta la trasformazione dell’individuo attraverso la sua evoluzione. L’integrazione della filosofia dello Yoga orientale con gli strumenti di crescita psicologica occidentale, ha dato origine al Kripalu Yoga, forma di Yoga molto energetica che permette a chi lo pratica di applicare e trasferire i benefici dello Yoga alla vita di tutti i giorni non solo per allungare, rafforzare la muscolatura e correggere i disallineamenti posturali ma anche per sviluppare la consapevolezza delle emozioni, sensazioni e pensieri che costantemente fluiscono nella nostra mente.

    Per entrare in contatto con la prorpia dimensione interiore il Kripalu propone 5 passi:

    1- Respirare: osservare il respiro e raggiungere un ritmo fluido e regolare.
    2- Rilassare: sciogliere le parti del corpo in si sente accumulare la tensione.
    3- Ascoltare: sentire le sensazioni fisiche ed emotive che emergono rilassando corpo e respiro.
    4- Osservare: lasciare fluire i pensieri che affollano la mente senza soffermarsi.

    5- Accettare e lasciare andare: non perdersi nelle sensazioni piacevoli e non respingere quelle negative, semplicemente lasciare andare tutto ciò che emerge durante questo atto di osservazione interna.

    Applicando questa sequenza si entra in contatto con il proprio corpo in maniera più consapevole imparando ad accettarne i limiti e a soddisfarne i bisogni. Avere consapevolezza del corpo aiuta a rilasciare tensioni muscolari ed emozionali.

    Il Kripalu, inoltre, rende consapevoli del limite fisico oltre il quale subentra il dolore e svaniscono gli effetti benefici dello yoga. Se si raggiunge e non si supera il limite, il respiro rimane regolare e il mantenimento della posizione diventa rilassante e confortevole.

    Con la pratica si scoprirà che ci si può far guidare più dalla saggezza del corpo e dall’intuizione che non dalla mente razionale. La meditazione in movimento Kripalu si raggiunge solo con una pratica matura.

    Si inizia con il connettersi alla propria dimensione interiore attraverso la pratica della presenza, il vivere qui e ora.

    Tenedo le posizioni a lungo senza superare il limite interno, si procede al rilascio emozionale e alla creazione del prana, cioè all’energia vitale. La meditazione in movimento è l’essere presenti e immersi nelle sensazioni fisiche ed emotive che emergono e fluisocono durante la tenuta e il rilascio della posizione.

    Una condizione che permette di essere totalmente immersi nella dimensione corporea, sia fisicamente che energeticamente, consentendo così l’attivazione di un’osservazione senza giudizio. Siete pronti per ricevere tutti i vantaggi di questa disciplina?

    Foto da GrandvelasrivieraMaya

    434

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereEserciziWorkout

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI