Influenza 2015: le strategie per prevenirla

Influenza 2015: le strategie per prevenirla
da in Consigli Salute e Fitness, Malattie, Workout
Ultimo aggiornamento:
    Influenza 2015: le strategie per prevenirla

    Influenza 2015: quali strategie per prevenirla? Contro i malanni di stagione bisogna adottare delle regole igieniche ben precise. Queste devono accompagnare il vaccino antinfluenzale, che resta il rimedio più efficace per la prevenzione. Ci possiamo difendere anche con l’alimentazione. Andiamo ai consigli pratici.

    Il vaccino

    Il vaccino antinfluenzale è molto importante, perché è stato dimostrato che ha un’efficacia molto elevata, che va dal 70 al 90%. Già l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito la composizione adatta per la prossima stagione influenzale. E’ importante ricorrere alla vaccinazione, soprattutto se si soffre di alcune patologie, come le malattie metaboliche, quelle renali, respiratorie, cardiocircolatorie oppure se si è diabetici. Dovrebbero vaccinarsi anche coloro che superano i 65 anni di età.

    Le regole dell’igiene

    Per evitare il contagio del virus influenzale, è essenziale rispettare le regole generale dell’igiene. Ci si deve coprire la bocca e il naso, quando si tossisce o si starnutisce; si devono utilizzare fazzoletti usa e getta e ci si deve preoccupare di lavarsi le mani con regolarità. Questa pratica da molti viene sottovalutata, eppure è importantissima, perché può permettere di tenere sotto controllo il diffondersi dell’infezione, anche all’interno delle strutture sanitarie. Le regole igieniche devono essere mantenute anche quando si soffre di influenza intestinale.

    L’alimentazione

    La dieta assume un ruolo fondamentale nel riprendersi dall’influenza, ma anche nella sua prevenzione.

    E’ essenziale seguire un’alimentazione varia ed equilibrata, concedendosi i prodotti di stagione. Si può consumare tutta la frutta che abbonda di vitamina C, soprattutto arance e agrumi in generale. Per quanto riguarda le verdure, si possono mangiare i cavolfiori, i cavoli e i broccoli, che sono ricchi di sostanze nutritive e aiutano a rafforzare il sistema immunitario. Una regola fondamentale è quella di consumarli crudi o sbollentati in padella con aglio e peperoncino. Se si fanno cuocere a lungo, possono perdere le loro proprietà curative.

    Da non dimenticare che i peperoni contengono molta vitamina C e vitamina A, che può servire a rinforzare le cellule delle mucose e quindi rappresentare una barriera contro i virus. I nostri piatti possono essere conditi anche con alcune spezie, che svolgono un’azione antimicrobica. Fra queste sono da ricordare soprattutto la curcuma e lo zenzero. Alcune tisane possono aiutarci perché stimolano le difese immunitarie, come, per esempio, quelle a base di echinacea.

    465

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Consigli Salute e FitnessMalattieWorkout Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/07/2015 17:12
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI