Indice massa corporea: come si calcola e quali sono i valori corretti per l’uomo

Indice massa corporea: come si calcola e quali sono i valori corretti per l’uomo
da in Benessere, Workout
Ultimo aggiornamento:
    Indice massa corporea: come si calcola e quali sono i valori corretti per l’uomo

    Indice di massa corporea: come si calcola e quali sono i valori corretti per l’uomo? Attraverso questo parametro possiamo stimare approssimativamente la nostra condizione fisica, riflettendo in particolare sul peso ideale e sull’opportunità di ingrassare o di dimagrire. A livello pratico l’indice di massa corporea indica se il nostro peso corrisponde in maniera idonea alle nostre caratteristiche fisiche. Attraverso il calcolo di questo indice possiamo comprendere se un individuo è sottopeso, in sovrappeso oppure se è obeso.

    Per calcolare l’indice di massa corporea dobbiamo mettere in relazione la massa corporea di un soggetto con la sua altezza. Si procede dividendo la massa espressa in kg per il quadrato dell’altezza, che deve essere espressa in metri. Facciamo un esempio, per rendere più chiaro il calcolo.

    Un individuo pesa 70 kg ed è alto 1,70 metri. Il calcolo che deve fare, per ottenere il suo indice di massa corporea, è il seguente: 70/(1,70×1,70)=24,22.

    Il risultato ottenuto da questo calcolo deve essere confrontato con una tabella elaborata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. E’ una tabella di valori, che indica le persone in sottopeso, quando l’indice di massa corporea è inferiore al valore di 19. L’indice di massa corporea corretto è quello compreso tra 19 e 24. Risulterebbero in sovrappeso i soggetti, il cui indice varia tra 25 e 30. Sono obesi coloro che hanno un indice di massa corporea superiore a 30.

    La relazione cambia anche in base all’età del soggetto: tra 19 e 24 anni, un corretto indice di massa corporea dovrebbe essere compreso tra 19 e 24; tra i 25 e i 34 anni l’indice dovrebbe attestarsi tra i 20 e i 25; per un’età tra i 35 e i 44 anni, il valore ottimale è compreso tra 21 e 26. Per gli adulti che hanno un’età compresa tra i 45 e i 54 anni, l’indice di massa corporea dovrebbe essere compreso tra 22 e 27. Dai 55 ai 64 anni, i valori ottimali dovrebbero andare da 23 a 28. Dopo i 65 anni il risultato dovrebbe corrispondere ad un valore compreso tra 24 e 29.

    In base agli studi effettuati è stato messo in evidenza come esista una correlazione molto stretta tra un non corretto indice di massa corporea e un maggiore rischio di insorgenza di problemi di salute collegati al peso eccessivo. Fra questi disturbi si possono ricordare la pressione alta, il diabete e le patologie che interessano il sistema cardiovascolare. E’ opportuno comunque fare delle distinzioni, perché questo parametro, nel suo modo di essere calcolato, considera il corpo umano nel suo complesso, senza valutare i depositi localizzati di grasso. Scientificamente è stato dimostrato che il grasso a livello addominale comporta maggiori rischi di salute rispetto agli accumuli che, per esempio, si collocano nei glutei o nella zona del femore.

    525

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereWorkout Ultimo aggiornamento: Lunedì 13/06/2016 17:39
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI