Ictus, sposarsi può aiutare a salvarsi

Ictus, sposarsi può aiutare a salvarsi
da in Malattie, News di salute, Workout
    Ictus, sposarsi può aiutare a salvarsi

    Meno rischio di ictus per chi si sposa. E’ questa la conclusione a cui è arrivata una ricerca della Duke University, i cui risultati sono stati pubblicati sul Journal of American Heart Association. Gli studiosi hanno scoperto che essere sposati si dimostra un fattore che aumenta la probabilità di sopravvivere dopo un attacco ischemico. L’indagine ha preso in considerazione 2.351 uomini e donne che avevano avuto un ictus e che sono stati seguiti dopo essere stati dimessi dall’ospedale. I risultati sono stati molto evidenti: coloro che non erano sposati avevano il 34% in più di probabilità di morire.

    Le persone che avevano avuto più divorzi correvano un rischio del 50% maggiore e chi era rimasto vedovo aumentava del 25% la probabilità di morire. Da tempo gli scienziati sono impegnati nello studio degli effetti che il matrimonio può avere sulla salute, distinguendo i fattori che influiscono positivamente nell’ambito di una relazione stabile.

    La solitudine sarebbe in grado di mettere in pericolo i processi che stanno alla base delle difese immunitarie. Tutto ciò innescherebbe un meccanismo che influisce sull’attività dei geni che hanno il compito di rafforzare le nostre difese. Il solo fatto di essere sposati, senza l’intervento di altri fattori, aumenterebbe la possibilità di sopravvivenza. I ricercatori, infatti, hanno escluso nella loro analisi le migliori condizioni economiche, la socialità e la rete di sostegno sociale.

    Il matrimonio sembra avere un effetto positivo sulla salute e svolgere la funzione di fattore protettivo verso alcuni tipi di malattie specialmente in età matura, dopo che si è affrontato un periodo di degenza ospedaliera.

    312

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieNews di saluteWorkout
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI