Speciale Natale

Giramenti di testa: quali sono le possibili cause?

Giramenti di testa: quali sono le possibili cause?
da in Disturbi, Workout
Ultimo aggiornamento:
    Giramenti di testa: quali sono le possibili cause?

    I giramenti di testa possono avere cause molto diverse. Si può trattare di sbalzi della pressione sanguigna o il tutto può essere causato da alcune malattie metaboliche. Lo spossamento potrebbe starne alla base, così come alcuni disturbi che interessano i meccanismi per mantenere l’equilibrio. Una particolare attenzione dovrebbe essere prestata anche all’assunzione di determinati farmaci, come i sedativi, i tranquillanti, gli antidepressivi, gli antidolorifici e anche alcuni tipi di antibiotici e diuretici. L’unica cosa da fare è consultare il proprio medico di fiducia, che sicuramente saprà indicare qual è il motivo che sta dietro al disturbo.

    Tutto dipende anche dalle condizioni in cui si trova il nostro organismo, specialmente al mattino o dopo pranzo. Anche un prolungato riposo a letto può essere fonte di successive vertigini.

    Se il problema è causato da delle variazioni brusche della pressione sanguigna, si dovrebbe prestare attenzione alla presenza di eventuali malattie cardiache. Un fattore importante è rappresentato da alcune malattie che interessano il metabolismo dell’organismo. Fra queste possiamo ricordare l’ipoglicemia, l’anemia, le malattie endocrine, che interessano la tiroide, l’ipossia.

    In ogni caso, è bene esaminare anche le condizioni psicologiche dell’individuo che è soggetto a ripetuti giramenti di testa: non dimentichiamo che anche l’ansia, la depressione o gli attacchi di panico, con conseguente somatizzazione, potrebbero essere degli elementi da non trascurare.

    In altri casi, la stanchezza potrebbe rappresentare una condizione fondamentale. Si potrebbe verificare, per esempio, un bombardamento del cervello da parte di messaggi nervosi che vengono inviati dai canali semicircolari dell’orecchio interno.

    Il cervello non ha la capacità di impedire che questi messaggi vengano inviati, per cui ne può derivare una sensazione di squilibrio.

    D’altronde non va ignorato che i meccanismi deputati a mantenere l’equilibrio sono molto complessi. Di conseguenza basta un piccolo cambiamento e si arriva alla perdita della consueta condizione di stabilità.

    Altre cause potrebbero essere rappresentate da patologie che sono legate alla cervicale, dall’artrosi al colpo di frusta. Non è da dimenticare l’influenza dello stress, legato anche ad eventi che riguardano l’emotività.

    Anche la gastrite e il reflusso gastroesofageo possono essere eventuali cause di capogiri. Il meccanismo in questo senso non è ancora molto chiaro, ma si potrebbe trattare di un effetto dovuto alla distensione gastrica e al reflusso acido dallo stomaco.

    Anche il fumo è implicato. Si tratta di una sensazione che spesso si verifica nei neofumatori. Il tutto può essere provocato dal fatto che l’organismo non conosce ancora le sostanze contenute nella sigaretta e reagisce con le vertigini, in una sorta di tentativo di proteggersi.

    494

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DisturbiWorkout

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI