Fertilità maschile: dipende dallo scheletro?

Fertilità maschile: dipende dallo scheletro?
da in News di salute, Workout
Ultimo aggiornamento:
    Fertilità maschile: dipende dallo scheletro?

    Durante un recente studio condotto da Gerard Karsenty, presidente del Dipartimento di Genetica e Sviluppo presso la Columbia University Medical Center, è stato scoperto che lo scheletro agisce come regolatore della fertilità nei topi maschi attraverso un ormone rilasciato dalle ossa, conosciuto come l’osteocalcina.

    Fino a questo momento, le interazioni tra osso e il sistema riproduttivo erano concentrate solo sulle gonadi e nel modo in cui influenzassero la formazione di massa ossea: cosa può cambiare questa scoperta? Poiché la comunicazione tra due organi del corpo è raramente a senso unico, il fatto che le gonadi influenzino le ossa fa sorgere spontaneamente la domanda: le ossa influenzano quindi le gonadi?

    Questa è ciò che il Dott. Karsenty e la sua equipe si sono chiesti e che ha portato poi alla straordinaria scoperta. I ricercatori hanno osservato che i maschi di topo i cui scheletri non secernevano un ormone chiamato osteocalcina non erano riproduttori eccellenti.


    - I risultati:

    Alcuni esperimenti dimostrarono poi che l’osteocalcina aumenta la produzione di testosterone, l’ormone sessuale steroideo che controlla la fertilità maschile. Iniettando infatti l’osteocalcina nei topi maschi, i livelli di testosterone si alzavano e all’inverso, in assenza di questo ormone, i livelli di testosterone calavano.

    Anche se i risultati non sono ancora stati confermati negli esseri umani, il Dr. Karsenty si aspetta di trovare caratteristiche simili negli esseri umani, sulla base di altre somiglianze tra gli ormoni dei topi e quelli degli uomini.

    Se l’osteocalcina influenza anche la produzione di testosterone negli uomini, i livelli di osteocalcina bassi possono essere la causa per cui alcuni uomini infertili hanno inspiegabilmente livelli bassi di testosterone.

    Lo scheletro comunque, regola la fertilità maschile, ma non quella femminile. Sorprendentemente, anche se le nuove scoperte derivano da un’osservazione degli estrogeni e della massa ossea, i ricercatori non sono riusciti a trovare alcuna prova che lo scheletro influenzi anche la riproduzione femminile.

    “Non sappiamo perché lo scheletro regoli la fertilità maschile e non quella femminile. Tuttavia, se si vuole propagare la specie, probabilmente è più facile per la natura facilitare la capacità riproduttiva dei maschi”, ha detto il Dott. Karsenty.


    - Sviluppo di potenziali farmaci:

    I ricercatori stanno ora studiando il comportamento dell’osteocalcina per poter migliorare la produzione di testosterone e dopo aver identificato un recettore di osteocalcina, sarà possibile lo sviluppo di un farmaco che mimi il suo effetto.

    Conoscendo il recettore infatti, si renderà più facile il lavoro per i chimici a sviluppare un composto che si leghi ad esso.
    Questo studio fornisce la prima prova che lo scheletro è un regolatore di riproduzione: cambierà qualcosa per quelle persone che hanno problemi di fertilità?

    Foto da wellcomeimages

    477

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News di saluteWorkout Ultimo aggiornamento: Venerdì 03/07/2015 16:07
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI