Eiaculare tutti i giorni fa bene o male?

da , il

    Eiaculare tutti i giorni fa bene o male?

    Eiaculare tutti i giorni fa bene o male? La scienza dimostra che non si tratta soltanto di un bisogno fisiologico, ma di una via facilitata all’esposizione ad un minore rischio di sviluppare un tumore alla prostata. Uno studio condotto dall’Università di Harvard, i cui dati sono stati pubblicati sulla rivista European Urology, ha messo in evidenza che eiaculare almeno 21 volte al mese diminuirebbe del 19% il pericolo di avere una diagnosi di tumore alla prostata. La ricerca è stata il risultato del monitoraggio della salute di circa 32.000 americani, che sono stati osservati nel corso di più di 20 anni.

    Eiaculare spesso fa bene alla prostata

    Jennifer Rider, ricercatrice che si è occupata principalmente dello studio, ha sottolineato che l’eiaculazione e l’attività sessuale possono essere considerate dei veri salvavita, una strategia molto utile per mantenere in salute la prostata. Gli studiosi, infatti, hanno intervistato i partecipanti alla ricerca su ciò che riguardava le loro abitudini sessuali. Poi hanno esaminato le loro cartelle cliniche, per vedere se mai fosse stato loro diagnosticato un cancro alla prostata. Sono stati rilevati 192 casi di tumore tra gli uomini che eiaculavano non più di 3 volte al mese, circa 1.000 casi che corrispondevano a circa 7 eiaculazioni al mese, 807 casi per una quantità dalle 13 alle 20 eiaculazioni al mese e 290 casi con almeno 21 eiaculazioni nel corso di 30 giorni.

    Quanto bisogna eiaculare?

    Secondo gli esperti, la frequenza di eiaculazione sarebbe un valido metro per rilevare lo stato di salute generale di un paziente. Gli studiosi, infatti, hanno rilevato che gli uomini con una bassissima frequenza di eiaculazione, che non superava le 3 volte al mese, avrebbero più probabilità di incorrere in problemi di salute e di morire in maniera prematura anche per cause differenti dal tumore alla prostata. Anche l’età risulterebbe importante: se si eiacula frequentemente dopo i 40 anni, diminuirebbe del 22% il rischio di una neoplasia alla prostata. Quindi eiaculare spesso fa bene alla prostata ed è davvero salutare, anche per ridurre i rischi di incorrere in una prostatite e per eliminare il pericolo di avere a che fare con quelle infiammazioni, che, se non vengono tenute sotto controllo, potrebbero rappresentare anche una maggiore probabilità di sviluppare un tumore.

    Eiaculare fa bene al testosterone

    Eiaculare spesso fa male? Sembra proprio il contrario. Una frequente attività sessuale o la masturbazione farebbero crescere anche i livelli del testosterone. Anche quella delle prestazioni sessuali è una vera e propria attività fisica in senso stresso, che, accentuando i livelli dell’ormone maschile per eccellenza, è in grado di rendere anche più evidenti i caratteri sessuali maschili secondari. Inoltre durante l’eiaculazione non si libera soltanto testosterone, ma anche cortisolo, importante per il sistema immunitario.

    Eiaculare fa bene ai muscoli

    Con la liberazione del testosterone, gli uomini hanno la possibilità di aumentare la muscolatura in maniera molto più facile. Dopo lo sforzo fisico, il livello di questo ormone aumenta in modo significativo e spesso rimane alto dopo un’ora o più. Per cui, se si vuole avere un fisico mozzafiato, bisognerebbe dedicarsi ad avere molti rapporti sessuali. Secondo uno studio del laboratorio di endocrinologia della Pennsylvania State University, anche durante la fase del corteggiamento nell’uomo aumenterebbe la produzione di testosterone, in modo che possa apparire più attraente.

    Foto di kues1 / Freepik