Dieta plank originale o modificata: cosa cambia?

Perdere molti chili in pochi giorni si può seguendo qualche regime alimentare d'urto come la dieta plank. Ma sapete che esistono due versioni della dieta plank, quella originale e quella modificata? Scopriamo assieme in cosa consistono queste due diete, quali sono le variazioni consentite da una all'altra e se può davvero fare al caso nostro.

da , il

    Dieta plank originale o modificata: cosa cambia?

    Chi deve perdere velocemente un bel po’ di chili, può seguire la dieta plank originale o modificata. Ma cosa cambia in queste due versioni della stessa dieta? In questo approfondimento dedicato alla salute vedremo le differenze che sussitono fra la dieta plank originale e la dieta plank modificata, perché esistono queste due versioni e decidere così quale sia il regime alimentare più indicato per noi per perdere fino a 9 chili in 15 giorni. Infatti, sebbene le due diete siano diverse, la promessa di perdere molto peso in poco tempo resta invariata, poiché entrambi i regimi alimentari restano molto restrittivi, ipocalorici e iperproteici, dunque ideali per dimagrire velocemente.

    Dieta plank, versione originale

    La versione originale della dieta plank è molto severa e, al contrario della versione modificata, non ammette nessun tipo di cambiamento, neanche in termini di scambio fra pranzo e cena. Il menù resta molto ripetitivo e iperproteico, ma almeno senza pesi da rispettare: infatti, uno dei grandi vantaggi della dieta plank è quello di non dover pesare gli alimenti e poterne mangiare in quantità desiderata, ma sempre usando il buon senso, ovvio.

    Il menù originale della dieta plank consente l’assunzione di petto di pollo, bistecca, prosciutto cotto, pesce lesso o due uova a pranzo e a cena, accompagnati da un contorno di verdure crudo o lesso, come spinaci, carote, insalata o pomodori. A colazione è consentito un tè o caffè senza zucchero accompagnato da un panino piccolo, mentre non sono previsti né spuntini, né merende. Allo stesso modo, non sarà possibile usare nessun tipo di condimento, né bere bevande diverse dall’acqua naturale. L’unica concessione prevista riguarda la domenica sera, allorché la cena è libera e si può mangiare ciò che si vuole.

    Dieta plank, versione modificata

    La differenza sostanziale fra la dieta plank originale e la dieta plank modificata è che in questa seconda versione sono ammesse delle piccole variazioni, purtroppo non sostanziali: il regime alimentare resta pressocché invariato, nonostante le concessioni. Ma in cosa consiste questa versione modificata?

    In pratica, nella versione modificata della dieta plank è possibile:

    • sostituire il panino della colazione con 3 o 4 fette biscottate
    • sostituire le uova del pranzo di giovedì con 50 gr di formaggio magro
    • invertire pranzo e cena della domenica, così da poter mangiare liberamente ciò che si vuole a pranzo

    Come si noterà, le variazioni della dieta plank modificata sono minime, ma possono consentire a chi la segue di cambiare un pochino la monotonia del regime alimentare e di avere il vantaggio di sentirsi un po’ più liberi la domenica a pranzo, così da potersi concedere qualche piccolo lusso culinario. In ogni caso ricordiamo che la dieta plank in entrambe le versioni deve essere seguita per non più di due settimane, terminate le quali non va iniziata alcuna fase di mantenimento, sebbene dopo un dimagrimento eccessivo sia abbastanza facile riprendere in fretta i chili appena persi.