NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Dieta equilibrata: 5 consigli per renderla efficace

Dieta equilibrata: 5 consigli per renderla efficace
da in Dieta, Workout
    Dieta equilibrata: 5 consigli per renderla efficace

    Per dieta equlibrata, si intende l’apporto equilibrato dei vari nutrienti, carboidrati, proteine, grassi, vitamine, oligoelementi e fibre, al fine di mantenere sane le cellule, i tessuti e gli organi e per garantire una crescita e uno sviluppo normali. Ma equilibrata é da intendersi anche come un’armoniosa assunzione di cibo durante la giornata in quantità sufficiente e mai eccessiva.

    1-Gli scompensi alimentari:
    Molte diete moderne prevedono un abbattimento di carboidrati: ma una carenza di questi può portare a patologie gravi, dall’ipercolesterolemia a malattie renali ed epatiche e nei casi più gravi al coma e ad alcune forme tumorali.

    Il deficit di proteine invece può portare alla perdita di tono muscolare, a una lenta guarigione delle ferite traumatiche o chirurgiche, debolezza, modificazioni neurologiche, perdita di vigore, infezioni secondarie, caduta dei capelli e depigmentazione della cute e della capigliatura.

    L’avitaminosi, cioé la carenza vitaminica, può determinare seri disturbi all’organismo fino all’insorgenza di malattie come lo scorbuto, il rachitismo, l’anemia perniciosa. Vediamo allora come evitare che ciò accada attraverso qualche buona e sana regola.

    2-I ritmi dei pasti:
    - E’ consigliabile consumare almeno 4 – 5 pasti al giorno.
    - La prima colazione dovrebbe essere consumata con calma seduti a tavola: quindi ci si dovrebbe alzare con sufficiente anticipo per evitare di bere un caffè veloce in piedi e correre al lavoro. L’apporto della colazione dovrebbe essere di circa un quarto della dieta totale giornaliera evitando cibi pesanti, che abbassano la concentrazione mentale durante la digestione.
    - Il pranzo andrebbe consumato entro le 4 ore dalla colazione, per evitare un’eccessiva stanchezza durante la tarda mattinata.
    - Verso le 16, e non più tardi delle 17, la merenda riveste un ruolo importante, al fine di evitare eccessive quantità di calorie durante la cena.
    - La cena va consumata non più tardi delle 21, e il pasto dovrebbe essere leggero, perché l’organismo durante la notte é a riposo e brucia meno calorie. Un pasto pesante, non solo renderà meno ristoratore il sonno, ma trasformerà in grasso le calorie introdotte in eccesso.


    3-L’equilibrio:

    - La carne, il pesce, le uova, contengono proteine ​​animali, ferro, vitamine, in particolare del gruppo B. Prestare la massima attenzione alle carni di montone, agnello, maiale e qualche taglio particolare di manzo, che contengono molti grassi nascosti. E’ meglio limitare la carne a tre volte la settimana.
    - Il latte e i prodotti lattiero-caseari forniscono proteine ​​animali, calcio, vitamina A e vitamina B. Sono ricchi di grassi, quindi dovrebbero essere consumati con parsimonia. Si possono consumare tutti i giorni, variando i tipi di prodotti.

    Nei bambini e le donne dopo la menopausa, sono molto importanti per il loro contenuto in calcio .
    - I cereali e i farinacei contengono carboidrati lenti (amido), proteine ​​vegetali, fibre e vitamina B. Si possono consumare durante tutti i pasti.
    - La frutta e la verdura contengono sali minerali, vitamina C, proteine ​​vegetali e fibra. Se ne dovrebbero assumere almeno 7 porzioni al giorno.
    5- I grassi, quali burro, margarina, olio, contengono lipidi, vitamine A, D ed E. Il loro consumo deve essere limitato, ma non eliminato.
    6- Lo zucchero, che fornisce energia immediata, deve essere consumato in maniera molto limitata soprattutto da chi ha problemi di diabete.Attenzione a quello contenuto nelle bevande dolci, bibite, vino, birra, alcoolici. Questo è uno dei fattori più incidenti a causare obesità,e quindi da consumare con parsimonia.
    7- L’acqua è fondamentale per l’organismo. E’ necessaria l’introduzione di due litri di liquidi al giorno, poiché è questa la quantità che viene eliminata quotidianamente attraverso pelle, polmoni, vescica e intestino.

    4-Prevenzione:
    - Le buone abitudini si imparano fin dall’infanzia, mentre quelle cattive sono più difficili da correggere.
    - Comprendere la composizione degli alimenti, soprattutto per quello che riguarda i carboidrati e i grassi in particolare, permetterà di rispettare le semplici regole alimentari.
    - Smettere di mangiare quando l’appetito non é totalmente soddisfatto. Alzarsi da tavola quando si ha ancora un po’ di fame, é molto utile, infatti, non appena superato lo sconforto di non aver mangiato abbastanza, arriva la sazietà.

    5- In conclusione, alimentarsi in modo equilibrato é molto semplice. La regola fondamentale é varietà. Mangiare di tutto un po’, per evitare carenze. La varietà dei cibi consente a tutti di alimentarsi secondo i propri gusti, il proprio budget e le proprie esigenze. Con una sana dieta equilibrata, seguendo queste poche regole, si vivrà meglio e si raggiungerà il peso forma senza arrecare danni all’organismo.

    Foto da craig

    810

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DietaWorkout
    PIÙ POPOLARI