Depressione: i sintomi per riconoscerla

Depressione: i sintomi per riconoscerla
da in Psicologia, Workout
Ultimo aggiornamento:
    Depressione: i sintomi per riconoscerla

    Depressione: quali sono i sintomi per riconoscerla? Spesso può capitare di sentirci tristi, affaticati, demotivati, ma, quando si parla di depressione clinica, bisogna prendere in considerazione degli indizi ben precisi. La depressione non è la semplice tristezza o una comune sensazione di malinconia. Si tratta di una vera e propria malattia, che è composta da molti segnali. Impariamo a riconoscere quali sono, perché soltanto in questo modo possiamo prenderne consapevolezza e aiutare anche chi ci sta intorno, se capitava di incorrere in un problema di questo genere.

    I sintomi

    I sintomi della depressione consistono nell’umore basso e nella perdita di piacere e di interesse per le attività preferite. Molte volte chi è depresso non riesce a mantenere la concentrazione e non è in grado di stare attento in quelle situazioni, nelle quali sono richieste delle performances mentali precise. Diventa difficile anche prendere decisioni, specialmente quando queste sono importanti. Chi è depresso può soffrire di disturbi del sonno. Per esempio si sveglia durante la notte, non riesce ad addormentarsi oppure, al contrario, soffre di un’eccessiva sonnolenza.

    La depressione si può manifestare anche con una sensazione di stanchezza e di affaticamento, come se ci si sentisse privi di energie adeguate, sia fisiche che psichiche. Il soggetto depresso spesso ha pensieri di morte e di suicidio, che sono basati sui sensi di colpa e può arrivare ad un sentimento di odio nei confronti di se stesso, percependosi come inutile o negativo. La depressione può essere accompagnata da altri disturbi, come l’ansia o le ossessioni.

    Le conseguenze

    Le conseguenze della depressione, vero male del secolo, possono essere anche gravi.

    In genere un soggetto depresso non riesce più a lavorare e a studiare e viene compromessa la sua vita di relazione, sociale ed affettiva. Tutto questo è determinato dal fatto che incontra difficoltà a trovare interesse nelle attività che prima gli piacevano. Una conseguenza estrema può essere rappresentata dal suicidio o dal tentativo di togliersi la vita.

    Molto spesso ad una persona che soffre di depressione vengono a mancare le energie per svolgere qualsiasi attività, sia fisica che mentale. Si hanno anche delle profonde ripercussioni sull’autostima e sulla sessualità. Se si guarda la propria vita, tutto appare come un fallimento. A volte si è convinti che la colpa sia da attribuire agli altri o alla vita, in senso prettamente esistenzialistico. Ci si sente perseguitati e si ha una sensazione di rabbia nei confronti degli altri, per questo una delle conseguenze della depressione è rappresentata spesso dalla solitudine.

    L’isolamento a volte è anche cercato appositamente da chi non riesce relazionarsi con gli altri. Ci possono essere anche delle ricadute. Se infatti un episodio depressivo può essere ricondotto a qualche situazione spiacevole, che si presenta nella vita di una persona e che è facilmente individuabile, può capitare che le ricadute siano associate non ad eventi oggettivi, ma a processi interni all’individuo.

    547

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN PsicologiaWorkout Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/07/2015 17:05
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI