Speciale Natale

Crampi muscolari: come prevenirli e farli andare via

Crampi muscolari: come prevenirli e farli andare via
da in Disturbi, Muscoli, Workout
Ultimo aggiornamento:
    Crampi muscolari: come prevenirli e farli andare via

    Crampi muscolari: come prevenirli e farli andare via? Molto importanti sono i cibi e i rimedi naturali, per porre fine ad un disturbo molto fastidioso, che spesso colpisce soprattutto le gambe e gli arti inferiori in generale. A volte il tutto è causato da una carenza di importanti sostanze nutritive per il nostro organismo. Le cause, comunque, possono essere tante, proprio per questo è importante esaminarle con attenzione con l’aiuto di un esperto. In particolare i crampi notturni vengono determinati dai lunghi periodi trascorsi in piedi, da una scarsa assunzione di liquidi o da anomalie ossee vere e proprie. Ecco perché il problema non va sottovalutato.

    La prevenzione

    La prevenzione dei crampi muscolari è molto importante. Come prevenire i crampi? Innanzitutto si dovrebbe seguire una dieta equilibrata, in modo tale che il nostro corpo possa beneficiare di alcuni nutrienti essenziali, come il calcio, la vitamina C, la vitamina D e poi di sali minerali, come il magnesio, il sodio e il potassio. Proprio quest’ultimo si disperde spesso a causa della sudorazione. Ecco perché è importante che gli sportivi stiano particolarmente attenti durante gli allenamenti. Durante l’attività fisica potrebbero integrare i liquidi persi con apposite bevande. In particolare il magnesio, tratto anche dagli alimenti, è un minerale fondamentale per l’organismo.

    Lo sport dovrebbe essere oggetto di una certa attenzione: l’intensità e la durata degli esercizi dovrebbero essere aumentate a poco a poco e praticate soltanto dopo una fase di riscaldamento muscolare. Un ottimo rimedio per prevenire i crampi muscolari è quello di bere infuso di biancospino: bisognerebbe assumerlo per 3 giorni, poi interromperne l’assunzione per 15 giorni e berlo di nuovo per altri 3. Se abbiamo trascorso una giornata particolarmente intensa, possiamo provvedere a dei pediluvi in acqua tiepida con olio essenziale di rosmarino.

    I cibi

    I cibi contro i crampi muscolari devono essere scelti con particolare cura. Infatti l’alimentazione è alla base dell’evitamento di questo disturbo. Più che altro si deve seguire un’alimentazione equilibrata, in grado di apportare vitamina A, vitamina E, calcio, potassio e magnesio. Fra i cibi ricchi di vitamina A, possiamo segnalare il succo di carota, la zucca, il melone e il fegato. Sono delle buone fonti di vitamina E la frutta secca e i semi di girasole.

    E’ essenziale anche provvedere a consumare gli alimenti giusti, ricchi di sali minerali. Per esempio il calcio può essere integrato con sardine, tofu e salmone rosa, il potassio con pomodori, banane, bietole e patate; il magnesio con spinaci, soia, semi di zucca e noci. E’ molto importante anche bere molta acqua per garantire la necessaria idratazione. E’, comunque, meglio evitare le bibite gassate e zuccherate, preferendo le spremute di frutta, acqua o acqua e limone. Anche il caffè andrebbe limitato.

    I rimedi naturali

    I rimedi naturali contro i crampi sono diversi. Ad esempio molto utile potrebbe essere la passiflora, che ha un’azione rilassante sui muscoli.

    Possono essere preparate delle tisane, che ci aiutano anche a dormire meglio. Non dobbiamo trascurare l’uso di alcuni oli essenziali, come quello di lavanda o quello di rosmarino, che sono ottimi per alleviare i dolori causati dai crampi. Possono essere diluiti nell’olio extravergine d’oliva o in quello di mandorle dolci. La camomilla può riuscire ad alleviare i crampi, assunta come tisana o come infuso da utilizzare sulle zone che fanno male. Utile è anche la malva, per effettuare degli impacchi sulle parti del corpo colpite dal fastidio. Da non dimenticare l’olio di cocco e il pepe di Cayenna. Si tratta di due elementi, con i quali effettuare dei massaggi, sia per alleviare il dolore che in termini di prevenzione.

    I crampi notturni

    I crampi notturni possono interessare soprattutto quella fase di passaggio dalla veglia al sonno o, viceversa, dal sonno alla veglia. Possono essere dovuti ad una scarsa assunzione di liquidi, al fatto che si è rimasti per lungo tempo in piedi o con le gambe in posizioni inusuali. A volte si tratta di non essersi riscaldati bene durante l’attività fisica, ma alla base ci possono essere anche delle anomalie ossee. Il problema può essere provocato anche dall’uso di diuretici oppure durante il sonno si possono mettere i piedi in posizioni innaturali o si può essere soggetti a movimenti improvvisi. Per evitare tutto questo si dimostrano utili lo stretching e gli impacchi caldi.

    Ci sono poi degli esercizi che si possono svolgere, anche per alleviare il dolore. Ad esempio ci si può piegare in avanti contro una parete, mantenendo il piede a terra e stendendo il ginocchio, mentre l’altro viene piegato. In questo modo si aiuta la distensione del polpaccio e si cerca di alleviare la contrazione. Ci sono anche delle possibilità farmacologiche, alle quali è possibile fare ricorso soltanto sotto stretto controllo medico. Fra i principi attivi per curare i crampi notturni, ricordiamo il gamma-idrossibutirrato. Fra i rimedi naturali più consigliati, ci sono l’equiseto, l’estratto di bacche di sambuco e lo zafferano.

    959

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DisturbiMuscoliWorkout

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI