Cos’è l’indice glicemico e a cosa serve

Un'alimentazione consapevole è il primo passo per essere sani, restare in forma e dimagrire. Parliamo dunque di cos'è l'indice glicemico e a cosa serve, quali sono le differenze fra un indice glicemico alto e basso e quanto ciò incida sulla qualità della vita e sul nostro benessere.

da , il

    Cos’è l’indice glicemico e a cosa serve

    Cos’è l’indice glicemico e a cosa serve? Molto spesso, specie in relazione a dieta ed alimentazione in genere, si sente parlare di indice glicemico. Non sempre, però si sa con precisione cosa sia e quali sia la sua funzione oltre alle differenze che sussistono fra indice glicemico alto e basso, e soprattutto quali sono gli alimenti con alto valore glicemico che sono sconsigliati da assumere sia se si sta seguendo una dieta, sia da mangiare in grandi quantità perché dannosi per l’organismo in quanto causa di patologie come l’obesità e il diabete.

    Cos’è l’indice glicemico

    L’indice glicemico è la capacità dei carboidrati contenuti negli alimenti di innalzare la glicemia, ovvero il valore che indica le quantità di glucosio presente nel sangue. Più in generale, si afferma che tanto più un carboidrato è digeribile, quindi viene assimilato velocemente dall’organismo, tanto più alto sarà il suo indice glicemico, poiché il rilascio di glucosio è quasi immediato provocando un picco di glicemia.

    Quando parliamo di cos’è l’indice glicemico, dobbiamo anche far riferimento al carico glicemico, che indica quanti carboidrati sono presenti all’interno del singolo alimento (o della sua porzione): tale calcolo si ottiene rapportando l’indice glicemico di un cibo alla sua porzione di riferimento (o media).

    Bisogna specificare che l’indice glicemico è un valore relativo, poiché alcuni alimenti mutano il loro IG in base al grado di maturazione (come la frutta), alla gradazione di cottura, al formato della pasta, alla varietà/tipologia (ad esempio, le mele verdi hanno indice glicemico più basso rispetto a quelle rosse), e alla quantità e qualità di ingredienti impiegati nella preparazione.

    A cosa serve l’indice glicemico

    L’indice glicemico è un indicatore molto importante per la salute, perché un’alta presenza di glucosio nel sangue può corrispondere allo sviluppo di patologie serie, alcune delle quali, in stato avanzato, addirittura invalidanti come il diabete, l’obesità e le malattie a carico delle coronarie.

    Assicurarsi di assumere alimenti con basso indice glicemico e relegare quelli con alto IG ad un uso più contenuto è la soluzione ideale per migliorare il proprio stile di vita ed avere un’alimentazione sana. Inoltre, facendo attenzione a questo valore, è anche possibile dimagrire e mantenersi in forma senza sforzi eccessivi.

    Differenza tra indice glicemico alto e basso

    Qual è la differenza fra indice glicemico alto e basso? La differenza è molto semplice quanto sostanziale: i cibi con alto valore glicemico sono quelli che vengono velocemente assimilati dal corpo e quindi rilasciano un picco di insulina immediato dannoso per l’organismo; i cibi con indice glicemico basso, invece, sono assimilati più lentamente e altrettanto lentamente rilasciano il glucosio. Ciò, però, non vuol dire che si possono ingurgitare quantità eccessive di alimenti con indice glicemico basso, poiché anche questi possono causare problemi di salute