Come smaltire l’acido lattico dai muscoli velocemente

Come smaltire l’acido lattico dai muscoli velocemente
da in Consigli Salute e Fitness, Muscoli, Workout
Ultimo aggiornamento:
    Come smaltire l’acido lattico dai muscoli velocemente

    Come smaltire l’acido lattico velocemente? In effetti se ne può riscontrare una certa quantità nei muscoli, dopo che ci si è dedicati all’attività fisica. Le contrazioni muscolari producono l’acido lattico, specialmente quando vengono eseguiti esercizi intensi e prolungati, venendo meno le scorte di ossigeno. Tuttavia ciò che viene prodotto si riduce ad essere soltanto una scoria, perché i muscoli non lo usano in nessun modo. La molecola viene quindi trasportata verso il cuore e verso il fegato, che la trasformano in glucosio. Se il livello dell’acido lattico è elevato, si riscontra una sensazione di bruciore.

    Per eliminarlo, visto che il suo livello è superiore a quello che l’organismo riesce a smaltire, bisogna concedersi un periodo di relax, in modo che i muscoli abbiano l’opportunità di riacquistare la quantità di ossigeno che è ad essi necessaria. Nel giro anche di un paio d’ore il sangue sarà in grado di trasportare l’acido lattico di nuovo al di fuori dei muscoli. Si può riprendere in questo modo lo sforzo aerobico, senza provare una sensazione di affaticamento.

    Non per forza si deve osservare un riposo completo, ma al limite si devono eseguire esercizi a bassa intensità di sforzo. Ci si può dedicare anche ad un allenamento opportuno, che abbia come scopo il miglioramento dell’ossigenazione dei tessuti e di rendere più efficiente il metabolismo aerobico.

    Altri rimedi potrebbero consistere nel fare un bagno caldo. Il calore dell’acqua riesce a stimolare la circolazione profonda e questo favorisce lo smaltimento di ciò che si è accumulato.

    Ci sono degli stratagemmi anche di carattere alimentare. Molto importante è, da questo punto di vista, l’azione della vitamina C, di cui, ad esempio, è ricco il pomodoro.

    La vitamina C riesce a stimolare il sistema epatico e aiuta il fegato nella sua funzione di smaltimento.

    Tuttavia assolutamente da non trascurare è la prevenzione. Infatti, prima di dedicarsi all’esercizio fisico, è bene provvedere ad un riscaldamento della muscolatura. Bisogna ricordarsi di evitare i bagni freddi, che determinano una vasocostrizione della circolazione sanguigna, anche di quella periferica.

    Allo stesso modo, durante l’allenamento si deve bere molto. In questa maniera, difatti, si possono bilanciare le perdite idriche che avvengono a causa della sudorazione. Attraverso una buona idratazione, il sangue è in grado di mantenere intatta la sua capacità di trasportare l’ossigeno ai muscoli che si trovano a compiere uno sforzo. Idratarsi è l’unica soluzione per evitare anche proprio l’eventuale affaticamento che ne può conseguire.

    489

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Consigli Salute e FitnessMuscoliWorkout Ultimo aggiornamento: Martedì 06/08/2013 16:22
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI