Cibi che aiutano l’abbronzatura, esistono?

Cibi che aiutano l’abbronzatura, esistono?
da in Alimentazione, Workout
Ultimo aggiornamento:
    Cibi che aiutano l’abbronzatura, esistono?

    Le strategie alimentari per abbronzarsi, sembrerebbero non esistere. Esisterebbero tuttavia alimenti in grado di proteggere la pelle durante l’esposizione al sole, grazie alle sostanze antiossidanti in essi contenute. Uno di questi elementi è il Beta-carotene, che a differenza di quanto comunemente si pensa, non abbronza, ma previene gli arrossamenti.

    Il betacarotene è infatti necessario per la corretta crescita e la riparazione dei tessuti, aiuta a mantenere la pelle liscia, morbida e sana ed inoltre protegge contro gli agenti inquinanti svolgendo un’azione antiossidante contro gli effetti nocivi dei radicali liberi.

    Tuttavia, un suo abuso può risultare dannoso e qualora, oltre a consumare alimenti ricchi di beta-carotene, si assumessero anche integratori, il rischio è quello di scatenare una vera e propria intossicazione, i cui sintomi principali sono emicrania, nausea e stanchezza, oltre a prurito, perdita dei capelli e irregolarità mestruali. Nei casi più gravi può esserci l’ingrossamento del fegato. Le donne in gravidanza dovranno fare particolare attenzione: l’eccesso di vitamina A può infatti causare malformazioni al feto.


    - Come avviene l’abbronzatura?

    In che modo quindi il sole agisce sulla pelle per farla abbronzare? Le radiazioni ultraviolette che riescono a raggiungere la pelle sono 2: i raggi UVA e UVB . Mentre i primi penetrano negli strati più profondi del derma e possono provocare danni a lungo termine, come il fotoinvecchiamento, ossia l’invecchiamento prematuro della pelle, che consiste in rughe e nei, i raggi UVB stimolando la produzione di melanina, vengono assorbiti dall’epidermide e possono provocare anch’essi scottature e invecchiamento della pelle.


    - L’importanza della melanina:

    La melanina interviene quindi come protettore per l’epidermide affinché non si bruci e conferisce alla pelle il classico colore dell’abbronzatura.

    In base alla quantità di melanina presente nell’organismo, che è geneticamente predeterminata, l’abbronzatura sarà più o meno intensa. Da questo fattore possiamo quindi giungere alla conclusione che non esistono alimenti in grado di rafforzare o velocizzare la tanto agognata abbronzatura, ma possono semmai aiutare a dare alla pelle un colorito dorato oltreché proteggerla ulteriormente dagli effetti nocivi (che è dopotutto il fattore più importante).

    - Vediamo quindi quali sono questi preziosi alimenti:


    - Alimenti ricchi di vitamina A e beta-carotene:

    I carotenoidi contenuti in anguria, melone, albicocche, pesche, carote, spinaci, uova, zucca, pomodori,svolgono un’azione prevalentemente antiossidante, oltre a donare un colorito giallognolo alla pelle.


    - Vitamina C:

    Presente in agrumi, broccoli, cavoli, fragole, kiwi, lamponi, mango, papaia, peperoni, pomodori, ribes nero, spinaci, riveste un ruolo di antiossidante e combatte la formazione di radicali liberi.


    - Vitamina E:

    Presente negli oli vegetali digirasole, mais e oliva, in avocado, mandorle, noci, nocciole, pistacchi, è efficace nella protezione della pelle.


    - Selenio:

    Presente in aglio, broccoli, cavolo, cetrioli, cereali, cipolle, funghi, sedano, carne di agnello, anatra, maiale, pollo, formaggi stagionati, pesce, crostacei, frutti di mare, sardine, tonno e tuorlo d’uovo, ha anch’esso un’azione antiossidante.


    - Zinco:

    Presente in tutti i cereali, i legumi, la frutta oleosa, carote, cavolo verde, sedano, spinaci, carne e pesce in generale, aiuta a mantenere la cute integra.

    Nonostante questi alimenti siano in grado di proteggere naturalmente la pelle e donare ad essa quel particolare tono caldo, si raccomanda comunque di proteggersi sempre con un filtro solare, possibilmente fisico, per evitare danni irreversibili all’epidermide.

    Non fatevi mancare questi alimenti ricordando comunque che sarà la percentuale di presenza di melanina a determinare la velocità della vostra abbronzatura: sarete tra i fortunati dalla tintarella veloce?

    Foto da dimabushkov

    616

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneWorkout Ultimo aggiornamento: Venerdì 03/07/2015 16:35
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI