Carboidrati a basso indice glicemico: quali sono? La tabella

La tabella che specifica quali sono i carboidrati a basso indice glicemico può rivelarsi molto utile da tenere sempre sotto mano quando si sta facendo la spesa, oppure quando è ora di preparare la cena. Avere una dieta ricca di alimenti con basso indice glicemico vuol dire mangiare sano e dimagrire senza sacrifici.

da , il

    Carboidrati a basso indice glicemico: quali sono? La tabella

    Carboidrati a basso indice glicemico: quali sono? La tabella che stiamo per presentravi raccoglie i principali tipi di alimenti a basso indice glicemico perfetti da inserire quotidianamente nella propria dieta, sia se si vuole dimagrire, che semplicemente si voglia restare in forma. Prima di tutto, però, facciamo un veloce ripasso di cos’è l’indice glicemico e come si calcola.

    I carboidrati a basso indice glicemico

    Una dieta a basso indice glicemico è utile non solo per coloro che soffrono di patologie come il diabete, ma anche per quelli che hanno intenzione di dimagrire o semplicemente vogliono mangiare sano. Secondo taluna letteratura, la prima colazione a basso contenuto glicemico non sarebbe da preferire, così come i cereali a basso indice glicemico, essendo questo il pasto fondamentale della giornata. In ogni caso, crediamo che la virtù sia nel mezzo, quindi se si è in regime dietetico specifico, una colazione ponderata è sempre la scelta migliore.

    Oltre alla tabella degli alimenti ad alto indice glicemico, vediamo ora assieme la tabella dei cibi a basso indice glicemico:

    ALIMENTI INDICE GLICEMICO
    Pane di frumento (senza glutine) 76±5
    Biscotti (tipo Oro Saiwa) 64±3
    Patate dolci 61±7
    Riso arborio 69±7
    Yogurt 36 ± 4
    Fagioli di soia bolliti 18 ± 3
    Lenticchie 62 ± 22
    Carne di manzo 21 ± 8
    Salsiccia 28
    Bastoncini di pesce 38
    All-Bran® 40 ± 7
    Pasta di semola 46 ± 10

    Cos’è l’indice glicemico

    L’indice glicemico è la capacità dei carboidrati contenuti negli alimenti di far alzare la glicemia, cioè di aumentare il glucosio nel sangue e di conseguenza anche l’indice insulinico. Gli alimenti con alto indice glicemico sono quelli che rilasciano velocemente il glucosio in essi contenuto, facendo sì che vi sia un picco di glicemia e, di conseguenza, sono anche quei cibi che danno minor senso di sazietà.

    Come si calcola l’indice glicemico

    Il calcolo dell’indice glicemico non è semplice, poiché gli alimenti possono mutare i loro valori in base alla varietà/tipologia (per esempio, le mele verde hanno minore IG rispetto a quelle rosse), alla gradazione e al tipo di cottura, al formato della pasta e in base alla quantità e alla qualità degli ingredienti impiegati nella preparazione

    In linea generale, è più esatto – nonché utile – parlare di carico glicemico degli alimenti nella tabella, che indica quanti carboidrati sono presenti all’interno di una precisa porzione di cibo. Tale calcolo si ottiene rapportando l’indice glicemico di un cibo alla sua porzione di riferimento o media.