Bagno turco: le controindicazioni che non ti aspetti

Il bagno turco è un momento di puro relax, dove corpo e mente possono rilassarsi e combattere lo stress. Ma il bagno turco ha anche delle controindicazioni che non ti aspetti e che possono portare a problemi seri, se il soggetto interessato è predisposto o ha determinate patologie. Vediamo dunque quali sono le controindicazioni del bagno turco e quando è meglio evitarlo.

da , il

    Bagno turco: le controindicazioni che non ti aspetti

    Il bagno turco ha delle controindicazioni che non ti aspetti e che vanno conosciute prima di dedicarsi ad una o più sedute in hammam. Infatti, il calore forte e l’umidità possono rappresentare un problema per soggetti che hanno specifiche patologie o si trovino in condizioni fisiche particolari. Per tale motivo, è bene essere informati e, nel dubbio, chiedere in loco consiglio. Ma quali sono le controindicazioni del bagno turco? Quando è preferibile evitare una seduta? Scopriamolo assieme in questo approfondimento su salute e benessere.

    Problemi cardiovascolari o arteriosi

    Chi ha problemi cardiovascolari o arteriosi non dovrebbe dedicarsi al bagno turco. Infatti, il calore forte e i bruschi cambi di temperatura potrebbero sottoporre il cuore ad uno sforzo eccessivo e provocare episodi cardiaci come la tachicardia o l’aritmia.

    Problemi alla pressione

    Il gioco caldo-freddo abbinato all’eccessiva umidità, può giocare brutti scherzi a chi soffre già normalmente di ipo o ipertensione. Infatti, le condizioni microclimatiche del bagno turco possono abbassare così come far alzare la pressione nei soggetti già predisposti. Se avete dubbi in merito, prima di dedicavi ad una seduta in hammam, chiedete il parere del vostro medico di fiducia.

    Problemi alla pelle

    Fra le controindicazioni che non ti aspetti del bagno turco, abbiamo quelle relative alla pelle. Sebbene l’hammam faccia bene alla pelle liberandola dalle tossine e purificandola, per alcuni soggetti predisposti si possono verificare dermatiti e/o incrementare quelle già presenti sul corpo. Allo stesso modo, chi ha infezioni in atto, anche veneree, deve asternersi dal bagno turco.

    Problemi ai reni

    A causa dell’aumento della circolazione sanguigna, chi ha problemi di tipo renale, può accusare sintomi in linea con la propria patologia con conseguente e potenziale affaticamento dei reni. E’ molto importante, in questo caso, fare riferimento al proprio nefrologo.

    Problemi alla circolazione

    Fra le controindicazioni che non ti aspetti del bagno turco abbiamo i problemi alla circolazione. In generale, sebbene la seduta debba andare non oltre i 20 minuti, si consiglia comunque di stare all’interno dell’hammam in posizione supina e con le gambe posizionate più in alto rispetto al resto del corpo, così da promuovere un migliore afflusso del sangue. Infine, oltre a quanto già segnalato, c’è da precisare che l’aumento della circolazione può provocare problemi seri a chi soffre di fragilità capillare e/o di vene varicose, con conseguente incremento del problema e dolore e/o bruciore localizzato.