NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Aumentare il testosterone in modo naturale

Aumentare il testosterone in modo naturale

Come aumentare il testosterone maschile naturalmente? Esistono diverse possibilità: dalla cura dell'alimentazione, agli integratori, passando per l'esercizio fisico. Ecco come assumere il testosterone senza l'ausilio di farmaci.

da in Alimentazione, Evergreen salute, Workout
    Aumentare il testosterone in modo naturale

    E’ possibile aumentare il testosterone in modo naturale? Esistono diverse possibilità, senza dover fare ricorso ai farmaci, che peraltro possono essere assunti soltanto dopo aver accertato i reali valori dell’ormone maschile nell’organismo e solo su indicazione medica: esistono integratori naturali, può essere di grande aiuto l’alimentazione e poi c’è anche l’esercizio fisico. Aumentare il testosterone, senza eccedere, può portare a notevoli vantaggi, andiamo a scoprirli e vediamo nel dettaglio come sistemare la propria dieta e quali principi attivi naturali possono venire in nostro aiuto.


    Perché aumentare il testosterone? Le ragioni sono diverse e tutte più che valide. Ecco di seguito i principali benefici del testosterone:

    • Aiuta a perdere peso, perché aumenta il metabolismo;
    • Aumenta la massa muscolare, perché agevola la sintesi delle proteine ingerite, che sono i mattoni di cui sono composti i nostri muscoli;
    • Migliora le prestazioni sessuali e, più in generale, il livello di energia;
    • Rafforza le ossa rendendole più resistenti alle fratture.


    Come mangiare per aumentare il testosterone naturalmente? Il primo passo da compiere, nonché il più importante è quello di rivedere la propria dieta, optando per un’alimentazione sana ed equilibrata. Ecco come assumere testosterone attraverso ciò che si mangia ogni giorno.

    Leggi qui gli alimenti per aumentare il testosterone.

    Gli alimenti ricchi di zinco sono utili non solo per convertire gli estrogeni in testosterone, ma anche per evitare, al contrario, che il testosterone si trasformi in estrogeni. I cibi che contengono molto zinco sono soprattutto: ostriche, yogurt, formaggio, fagioli, manzo, carni bianche come tacchino, semi di zucca e, in quantità ridotte, anche germe di grano, lenticchie, mandorle e semi di girasole. Naturalmente, vi consigliamo di non esagerare con l’assunzione di carne, poiché a sua volta potrebbe generare altri tipi di problemi all’organismo.

    Secondo diversi studi scientifici, i bassi livelli di testosterone negli uomini sarebbero legati a una carenza di vitamina D. Per poter accrescere i valori di vitamina D nel nostro corpo è fondamentale esporsi ai raggi solari con cadenza giornaliera, per almeno un quarto d’ora. Inoltre, la vitamina D è recuperabile tramite alcuni alimenti, oltreché attraverso l’assunzione di specifici integratori. Per aumentare i livelli di vitamina D assumete dunque con regolarità, latticini, tuorlo d’uovo, pesci grassi come tonno e salmone, e verdure a foglia verde.

    Il precursore della vitamina A, ovvero il beta-carotene, stimola la produzione di testosterone, contribuendo anche alla diminuzione di estrogeni. I cibi ricchi di carotenoidi sono: carote, patate dolci, pomodori, zucche, mango, meloni, olio di fegato di merluzzo, verdure a foglia verde scuro, peperoni rossi, verdi e gialli, e broccoli.

    Per aumentare i livelli di testosterone nell’organismo è importante assumere anche vitamina B6, sostanza responsabile della regolazione e della produzione degli ormoni steroidei androgeni, tra i quali il più importante è appunto il testosterone. La vitamina B6 si trova in una grande varietà di alimenti, ecco i principali: legumi, patate, cereali integrali, verdure a foglia verde, ortaggi, uova, carne di pollo e maiale, meloni, banane, avocado, frutta secca, tonno, salmone, merluzzo, erbe aromatiche, paprika e peperoncino, funghi e cioccolato.

    La vitamina C, oltre a migliorare le difese immunitarie, ha il compito di mantenere stabile l’equilibrio degli ormoni nell’organismo. Tra gli alimenti ricchi di vitamina C si annoverano: kiwi, agrumi, ciliege, acerola, fragole, peperoni, vegetali a foglia verde scuro, e pomodori.

    La vitamina E è un ottimo antiossidante naturale, agisce contrastando i radicali liberi e favorendo l’anabolismo muscolare. La vitamina E aiuta anche a migliorare la fertilità maschile, favorendo la produzione degli spermatozoi, e stimolando l’aumento del testosterone. Per incrementare l’assunzione di vitamina E, assumete con regolarità i seguenti alimenti: semi oleosi e oli ricavati da essi (arachidi, mais e girasole), frutta secca tra cui noci, nocciole e mandorle, cereali, germe di grano, fagioli, asparagi, verdure a foglia verde, e piselli.

    Infine è molto importante assumere alimenti che contengono grandi quantità di Omega-3. Ecco in quali cibi potete trovarlo: frutta con guscio, semi oleosi come semi di zucca, semi di girasole, semi di lino tritati, e semi di chia, oli vegetali, pesci grassi come sgombro, sardine, tonno e salmone, broccoli e vegetali a foglia verde.


    Per aumentare il testosterone, gli integratori naturali possono rappresentare un ottimo alleato. I principali ingredienti contenuti negli integratori per aumentare il testosterone, sono i seguenti:

    • L-arginina, un aminoacido che stimola la produzione di testosterone e HGH;
    • Tribulus Terrestris e Long Jack sono due erbe in grado di stimolare le cellule di Leydig, situate nei testicoli, a produrre più testosterone. La stimolazione di queste cellule aiuta ad aumentare la potenza sessuale negli uomini e la resistenza fisica. Il Tribulus Terrestris è contenuto in uno degli integratori più conosciuti: il Probolan 50, che viene utilizzato da moltissimi bobybuilder professionisti.
    • Ginseng e ginkgo biloba sono due ingredienti capaci di aumentare sensibilmente la qualità della potenza sessuale maschile. Il Ginseng aiuta anche a ridurre lo stress, fattore che incide notevolmente sulla produzione di testosterone nell’organismo. Inoltre, Ginseng e Ginkgo Biloba aumentano la densità ossea garantendo ossa più dense e più forti. Migliorano l’umore ed evitano il calo dei livelli di testosterone.

    Ora sapete bene come aumentare i livelli di testosterone libero nell’organismo, tramite la dieta e gli integratori, ma è bene sapere che esistono anche diversi esercizi per aumentare il testosterone. Quindi per aumentare il testosterone, l’erboristeria e la palestra dovranno diventare la vostra seconda casa!

    Infine, oltre a un corretto regime alimentare, all’utilizzo di integratori naturali e all’esercizio fisico, esistono anche diversi farmaci per aumentare il testosterone, tuttavia, in questo caso è assolutamente indispensabile effettuare prima degli esami del sangue, per stabilire i propri valori e poter di conseguenza scegliere il farmaco più efficace per il proprio deficit, nonché il migliore per il proprio stato di salute generale. Per poter quindi effettuare questo tipo di valutazione, è indispensabile rivolgersi a un medico specialista.

    LEGGI QUI:
    Testosterone cos’è e come funziona
    Testosterone libero e totale: differenze e valori
    Obiettivo testosterone sempre alto: 5 trucchi
    Testosterone basso: sintomi e rimedi

    1293

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneEvergreen saluteWorkout
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI