Appendicite: cause, sintomi e cure

Appendicite: cause, sintomi e cure
da in Malattie, Workout
Ultimo aggiornamento:
    Appendicite: cause, sintomi e cure

    L’appendicite consiste in un gonfiore dell’appendice. Quest’ultima è una sacca attaccata all’intestino crasso. Le cause che possono portare al disturbo sono rappresentate dalle infezioni o da fonti di ostruzione. I sintomi consistono soprattutto in un forte dolore addominale, che si manifesta in maniera improvvisa, oltre a nausea e vomito. In genere, in termini di cura, si ricorre all’intervento chirurgico. Se non si può effettuare l’operazione, si fa ricorso agli antibiotici e ad una dieta a base di liquidi o comunque leggera, povera di fibre.

    Le cause

    Fra le cause dell’appendicite troviamo il verificarsi di un’infezione. Quest’ultima è determinata dall’ostruzione della parte interna dell’appendice. Il muco prodotto, infatti, si trova a retrocedere verso l’interno, causando lo sviluppo dei batteri. Ci possono essere comunque anche delle fonti di ostruzione, che causano l’infiammazione dell’appendice.

    Si potrebbe trattare di feci, di corpi estranei o di una crescita non normale del tessuto linfatico. Se non si interviene in tempo, l’appendice potrebbe scoppiare e l’infezione si potrebbe diffondere nell’intero addome, causando la peritonite.

    I sintomi

    Fra i sintomi dell’appendicite, sia acuta che cronica, troviamo un intenso dolore addominale, che si avverte improvvisamente. Il tutto inizia vicino all’ombelico, per poi espandersi più in basso, verso la parte destra. La sensazione dolorosa tende a peggiorare nel corso di qualche ora e viene avvertita maggiormente, se si tossisce, si starnutisce o se si fanno respiri profondi.

    Altri sintomi sono costituiti dalla nausea, dal vomito, dall’inappetenza, dalla febbre, dal gonfiore addominale, dalla stitichezza o dalla diarrea. Nella fase detta flemmonosa del problema si verifica la trombosi dei vasi, determinata dalla pressione che viene esercitata sulle pareti dell’organo.

    Le cure

    Non esistono vere e proprie cure dell’appendicite, se non si ricorre all’intervento chirurgico, che prende il nome di appendicectomia. Si può optare per la laparotomia o per il metodo video-laparo-appendicectomia. Nel primo caso si pratica un’incisione nell’addome. Nel secondo vengono eseguite varie incisioni più piccole, che riescono ad evitare maggiori complicazioni, permettendo una ripresa più rapida. Soltanto quando il paziente non può essere sottoposto ad intervento, si possono utilizzare gli antibiotici contro l’infezione e il seguire una dieta composta di liquidi o comunque leggera, che non sia molto ricca di fibre, in modo che il cibo possa passare facilmente nel tratto gastrointestinale.

    486

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieWorkout Ultimo aggiornamento: Venerdì 03/07/2015 15:33
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI