Andropausa: sintomi e rimedi naturali

Non tutta la letteratura scientifica è concorde circa l'andropausa, le sue cure e i rimedi naturali e non da associare. Secondo alcuni, infatti, si tratterebbe più che altro di uno stato parafisiologico che colpisce taluni individui. Secondo altri, invece, sarebbe una vera e propria sindrome clinica. Ad ogni modo, cercheremo di fare chiarezza sull'andropausa, sui sintomi e i rimedi naturali da seguire.

da , il

    Andropausa: sintomi e rimedi naturali

    Andropausa: quali sintomi comporta? Esistono rimedi naturali da adottare? Generalmente, con questo termine si indicano tutti quei cambiamenti che nel corpo maschile avvengono con l’avanzare dell’età e che sono determinati dalla diminuzione del livello di ormoni sessuali, soprattutto del testosterone. Questa riduzione graduale provoca alcuni effetti negativi soprattutto sulla funzionalità dei testicoli e sul numero di spermatozoi prodotti. Non tutti gli esperti sono d’accordo sul concetto di andropausa, perché comunque non vengono meno le capacità riproduttive degli uomini, ritenendola più che altro una condizione parafisiologica dell’individuo. Più in generale, si può fare riferimento ad un periodo che comporta un cambiamento nello stile di vita e che interessa molti fattori, da quelli psicologici a quelli ormonali, da quelli relazionali a quelli sessuali.

    I sintomi dell’andropausa

    Parlando di sintomi dell’andropausa, è opportuno chiarire come essi possano variare da individuo a individuo e come siano rappresentati da alcuni cambiamenti significativi, che avvengono a livello corporeo. Si può verificare una riduzione del volume e della consistenza dei testicoli, così come avere una perdita di elasticità dei tessuti del pene e con conseguente aumento del volume della prostata. Inoltre, c’è correlazione fra andropausa e vampate di calore e fra andropausa e sudorazione notturna.

    In certi casi tutti questi segnali possono essere accompagnati da problemi di erezione o da altri disturbi, come il calo di desiderio sessuale. A tutto ciò può corrispondere una perdita progressiva dei capelli e l’aumento del grasso a livello addominale. Ci sono anche dei risvolti psicologici. Frequenti, ad esempio, possono essere i cali dell’umore; inoltre, cambiano le sensazioni legate ai rapporti sessuali, come il prolungamento del tempo dell’eccitamento.

    L’andropausa può manifestarsi intorno ai 50 anni, ma molto dipende da soggetto a soggetto. Su quanto dura l’andropausa nell’uomo, invece, non si hanno dati precisi.

    I rimedi naturali per l’andropausa

    Diversi sono i rimedi naturali per contrastare gli effetti dell’andropausa e i fastidi che possono essere legati a questo periodo della vita. La fitoterapia prescrive il ricorso a trattamenti a base di ortica e semi di zucca. In particolare, questi ultimi potrebbero aiutare a combattere le infiammazioni delle vie urinarie e i problemi di incontinenza. Tutto merito delle sostanze di cui sono ricchi i semi di zucca, ovvero la vitamina E, lo zinco e gli acidi grassi.

    Molto utile potrebbe essere anche l’uso di integratori per l’andropausa, come la serenoa repens, che sarebbe in grado di inibire l’attività dell’enzima, che provoca la disgregazione del testosterone. L’urtica urens potrebbe rivelarsi efficace contro i disturbi della prostata. Molto importante è anche condurre uno stile di vita più sano, seguendo una dieta equilibrata e praticando con regolarità quotidiana l’attività fisica.

    Se non avallati dal medico, si consiglia di evitare di prendere farmaci per aumentare il testosterone; ci si può limitare, invece, a seguire i rimedi naturali e i consigli appena dati, ma chiedendo sempre un parere medico.