NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Allenamento per portieri di calcio [FOTO]

Allenamento per portieri di calcio [FOTO]
da in Allenamento, Workout

    L’allenamento per portieri di calcio si basa su una serie di esercizi, che hanno diversi obiettivi. In particolare c’è l’esigenza di curare la rapidità dei riflessi e la velocità di reazione. Entrambi gli elementi si dimostrano importanti in una partita di calcio. D’altronde non dobbiamo dimenticare che il portiere deve essere molto agile. A volte è necessario anche tuffarsi, se il pallone arriva troppo velocemente e in questa mossa si devono calcolare anche l’altezza e la distanza. Se il tiro è effettuato a media distanza, il corpo deve essere in grado di indirizzare un passo laterale per spingersi.

    Effettuare una presa, una deviazione o una rimessa comporta lo svolgimento di un’attività fisica regolare e adeguata. Per allenare la velocità dei riflessi viene svolto un esercizio che prevede uno scambio del pallone fra il preparatore e il portiere, i quali possono utilizzare le mani o i piedi, in base alle loro preferenze.

    Si predispongono a terra due palloni alla stessa distanza l’uno dall’altro. Improvvisamente l’allenatore corre rapido verso uno dei due. Il compito del portiere è quello di precederlo. In questo modo riesce a potenziare lo scatto, che si rivela molto importante soprattutto nelle uscite basse.

    Se si vuole puntare sulla rapidità di reazione, si può mettere in atto un altro tipo di esercizio. In questo caso il giocatore deve dare le spalle al preparatore, il quale ha un pallone. Quest’ultimo viene tirato e, se colpisce il portiere, egli si deve girare velocemente e deve essere molto abile a raccoglierlo.

    Se è necessario, deve anche inseguirlo e tuffarsi, per raggiungerlo il prima possibile.

    Questa situazione costruita serve ad impegnare il portiere in delle azioni che possono presentarsi in campo, quando la visuale può essere ostruita da un qualunque ostacolo e quindi si deve decidere in pochissimi secondi.

    Per stimolare la capacità di reazione, l’allenatore può lanciare due palloni di colore differente, in direzioni opposte. Poi indica quale dei due deve essere raccolto e il portiere deve lanciarsi in tuffo immediatamente.

    Fondamentale è la capacità psicofisica di resistere all’affaticamento. Anche questo aspetto deve essere tenuto in considerazione. A questo scopo esistono diversi metodi di allenamento, come quello che prevede gli esercizi per gli addominali o quello estensivo, che si basa sulla stimolazione aerobica orientata al metabolismo dei grassi con corse lunghe, o come quello ad intervalli, che intende fornire stimoli differenti nell’intensità e nella lunghezza della distanza, con la possibilità di recuperare durante una pausa.

    483

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AllenamentoWorkout
    PIÙ POPOLARI