7 regole per battere l’insonnia

Scopriamo alcune regole per battere l'insonnia, le corrette pratiche per riuscire ad addormentarsi e a beneficiare di un riposo efficace e ristoratore durante la notte.

da , il

    Alcune regole per battere l’insonnia possono essere utili quando ci si ritrova a rigirarsi nel letto, senza riuscire a prendere sonno. A volte ti puoi ritrovare in difficoltà, perché non riesci a chiudere occhio o a trarre benefici da un riposo duraturo nel corso della notte. Puoi avere anche la sensazione di dormire male. Quante volte ti sono capitati episodi del genere e hai lasciato correre? Non trascurare questi problemi, perché, a lungo andare, possono diventare anche gravi. Segui questi consigli, per riuscire a dormire bene e per ritrovarti pieno di energie il giorno dopo.

    1. Non bere alcool

    L’alcool può essere un sedativo, eppure accade che, dopo circa quattro ore, in cui il fegato ha lavorato per smaltirlo, ci si può ritrovare a risvegliarsi continuamente perché l’organismo ne sente la mancanza. Per questo non andrebbe bevuto e lo stesso discorso vale per le bevande eccitanti, come quelle a base di caffeina, la cola, il tè e gli energy drink.

    2. Non fumare

    Anche il fumo è nemico del sonno, perché la nicotina può creare delle “crisi d’astinenza” proprio durante il sonno. A differenza di quanto si pensi, se esaminiamo la questione da questo punto di vista, il fumo non è affatto rilassante. Un altro motivo valido per smettere di fumare.

    3. Non guardare la TV a letto

    Gli esperti raccomandano di non guardare la TV, mentre si è a letto, prima di addormentarsi. La luce del televisore ha un effetto negativo sulla melatonina, l’ormone che favorisce il sonno.

    4. Non usare apparecchi tecnologici prima di addormentarsi

    Non andrebbero usati, prima di addormentarsi, nemmeno alcuni apparecchi tecnologici, come lo smartphone, il tablet e il computer. Anche essi emettono una luce, che può interferire con la melatonina. La conseguenza può consistere in un sonno disturbato.

    5. Non fare attività fisica a ridosso dell’ora dell’addormentamento

    L’attività fisica fa bene al corpo e alla mente, ma andrebbe svolta lontano dal momento in cui bisogna cercare di addormentarsi. L’esercizio fisico, infatti, libera nel corpo l’adrenalina, che può creare difficoltà a prendere sonno.

    6. Non mangiare cibi grassi

    Attenzione anche a quello che mangiamo a cena. Bisognerebbe evitare tutti i cibi grassi e i piatti pesanti. Secondo gli esperti tutto ciò potrebbe sovraccaricare il metabolismo. Meglio consumare i carboidrati (pasta, riso, orzo e pane), latte e latticini, che contengono L-triptofano. Quest’ultimo è un aminoacido in grado di stimolare la produzione di serotonina, il neurotrasmettitore che stimola il rilassamento.

    7. Non digiunare

    Se da un lato bisogna mangiare leggero prima di addormentarsi, non bisogna cadere neanche nell’eccesso opposto, digiunando. Se non mangiamo a cena, durante il sonno può subentrare un senso di fame, che impedisce di riposare in maniera proficua.