NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Suzuki Burgman 200 Executive: la nostra prova

Suzuki Burgman 200 Executive: la nostra prova
da in Motori, Scooter

    Abbiamo provato per qualche giorno il nuovo Suzuki Burgman 200 EXECUTIVE in diverse situzioni di guida stradali: in città, in tangenziale, percorso extraurbano, con e senza passeggero e sopratutto quasi sempre in situazioni di pioggia per nostra sfortuna.

    Purtroppo le condizioni climatiche ci sono state avverse ma ci hanno dato la possibilita’ di capire bene la sua usabilità e sicurezza in condizioni estreme, sopratutto nell’uso cittadino.

    Inutile spendere parole per il marchio Burgman e la sua esperienza nel campo degli scooter, diamo soltanto qualche numero: con la cilindrata 400 Suzuki Burgman e’ il primo scooter ad oltrepassare una certa dimensione di cilindrata, nel 1999 il Burgman 400 è il primo maxiscooter e oggi la gamma di Suzuki Burgman e’ costituita da cilindrate per tutti i gusti e tutte le tasche (da 125 a 650).

    Il modello che abbiamo provato e’ il 200cc Executive, 20cm piu’ corto del modello superiore (400cc) e 56kg piu’ leggero, in poche parole uno strumento da combattimento per la città.

    Le caratteristiche peculiari della nuova versione 200 Executive rispetto alla versione precedente sono alcuni nuovi elementi stilistici di design introdotti come la sella con doppia impuntura bianca, il quadro strumenti con fondo bianco, cerchi e foderi forcella anteriore neri, parabrezza fumè con aletta variabile, copriscarico grigio satinato e gruppo ottico posteriore di colore rosso.

    Disponibile nella versione bianca monta un motore SOHC a iniezione da 200cc. a 4 tempi monocilindrico e variatore automatico che risponde bene nella fascia di coppia a medio-bassi regimi e quindi molto reattivo in un ambiente cittadino.

    La ruota anteriore da 13 pollici dà stabilità e il pneumatico posteriore offre una buona aderenza anche in condizioni di bagnato e sopratutto in condizioni di bagnato sul pavè.

    Interessante anche il sistema di freni a disco anteriori e posteriori da 220 mm; il sistema di frenata integrale offre un buon appoggio per un uso piu’ sportivo del mezzo senza pero’ strafare percio’ consigliamo di stare attenti.
    Ci e’ piaciuto nell’uso anche extraurbano, in tangenziale e statali, anche se ci mancava l’erogazione del 400 e sopratutto del 650.

    Per quanto riguarda il comfort del Suzuki Burgman 200 da un punto di vista meccanico l’aiuto arriva dalla forcella telescopica anteriore e il forcellone posteriore con doppio ammortizzatore che aiutono notevolmente il guidatore e il passeggero a godersi il viaggio.

    In aiuto del comfort cittadino la sella per due persone ben imbottita con schienalino per il guidatore integrato che nasconde un vano sottosella per due caschi integrali o una grande valigetta 24 ore. Il vano è illuminato da una comoda luce di cortesia ad accensione automatica. Nel caso non fosse sufficente lo spazio del vano ci sono tre scomparti anteriori anche con chiusura a chiave.

    Ci dicono che è stata ridotta l’altezza della sella a 730 mm e che le pedane sono state sagomate permettendo di muoversi agevolmente nel traffico cittadino e sicuramente ci fidiamo non avendo provato modelli precedenti; quello che possiamo dire che in citta’ effettivamente e’ molto agevole.

    Il parabrezza integrato è studiato per controllare le turbolenze arricchito con un’aletta variabile e quindi un’occhio di attenzione ad un uso extraurbano che possiamo confermare visto che fino a velocita’ consentite dal codice stradale non abbiamo sentito particolari turbolenze anche usando un casco jet per tragitti infieriori ai 100km.

    Per concludere possiamo dire che lo scooter ci e’ piaciuto sopratutto nell’uso cittadino sia per il comfort nella guida che negli spazi di cui e’ provvisto e per la sua stabilita’ in condizioni di pioggia.
    Per quanto riguarda l’uso extraurbano si difende e si comporta bene se non si pensa di esagerare e in questo caso consigliamo di guardare ai fratelli maggiori.

    Suzuki Burgman 200 Executive viene venduto solo nella colarazione bianco ad un prezzo a partire di 4.320,00 euro.

    Scheda tecnica

    MOTORE:
    Tipo: 1 cilindri, 4 tempi, raffredamento a liquido
    Alesaggio per corsa: 69 x 53,4 mm
    Cilindrata: 200 cc.
    Rapporto di compressione: 11,0 +/- 0,3 : 1
    Potenza max e regime: 13,5 kW (18,36 CV) a 8.000 giri/min
    Coppia max e regime: 17 Nm 6.000 giri/min
    Lubrificazione: Con olio nel carter
    Accensione: Elettronica
    Frizione: Automatica

    CAMBIO:
    Rapporto trasmissione primaria: Rapporto variabile con cinghia a V
    Cambio rapporto di trasmissione: Da 2,419 a 0,787
    Rapporto totale di trasmissione: Da 19,482 a 6,338

    MASSE E DIMENSIONI:
    Lunghezza max: 2.055 mm
    Larghezza max: 740 mm
    Altezza max: 1.240 mm
    Interasse: 1.465 mm
    Altezza sella da terra: 735 mm
    Peso in ordine di marcia: 160 kg
    Serbatoio carburante: 11 litri
    Capacità lubrificante: 1,5 litri

    CICLISTICA:
    Telaio: A traliccio
    Sospensione anteriore: Forcella telescopica
    Sospensione posteriore: Doppio ammortizzatore con pre-carico molla regolabile
    Ruota anteriore: 110/90 – 13 (56P)
    Ruota posteriore: 130/70 – 12 (62P)
    Angolo di sterzo: 40°
    Angolo di canotto: 27°
    Avancorsa: 93 mm

    FRENI:
    Freno anteriore: A disco da 240 mm
    Freno posteriore: A disco da 240 mm
    EMISSIONI:
    Normativa di riferimento: Euro III
    HC: 0,17
    NOx: 0,032
    Catalizzatore: Si

    IMPIANTO ELETTRICO:
    Generatore: 12 V – 325 W
    Batteria: 12v

    801

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MotoriScooter
    PIÙ POPOLARI