Revisione auto 2017: scadenze, costi e sanzioni

La revisione auto è un passaggio fondamentale e imprescindibile per la corretta manutenzione della propria macchina. Ma quanto costa e soprattutto quali sono le sanzioni in caso di scadenza della revisione ed esiste una tolleranza da parte della motorizzazione? Scopriamo insieme tutti i dettagli.

da , il

    Revisione auto 2017: scadenze, costi e sanzioni

    Anche in questo 2017 la revisione auto, con le sue scadenze, costi e sanzioni, rimane un pensiero fisso nella testa dei tantissimi italiani che possiedono un veicolo: ma ogni quanto fare la revisione auto? Dove farla e quanto costa? Per aiutare i lettori a rispondere a queste domande abbiamo preparato un rinnovato e ragionato elenco di come effettuare al meglio la vostra revisione auto.

    Quanto costa la revisione auto?

    Il costo della revisione auto è indubbiamente uno dei fattori principali da considerare, ma si tratta ancora di un processo relativamente semplice da svolgere in completa autonomia: occorre prima di tutto presentare domanda sull’apposito modello TT 2100, reperibile presso gli uffici della Motorizzazione Civile e disponibile per chi volesse fare un controllo revisione auto online. Quindi allegare l’attestazione di versamento di 45,00 euro sul c.c.p. 9001 intestato al Dipartimento Trasporti Terrestri, infine prenotare la visita presso un’officina autorizzata dove basterà presentare la carta di circolazione del mezzo.

    Quali sono le sanzioni e le multe per la revisione scaduta?

    Per chi circola con la revisione auto scaduta, siano essi neopatentati 2017 o esperti guidatori, le sanzioni possono variare tra i 159 e 639 euro, mentre in caso di recidività, ovvero se vengono riscontrati più controlli non effettuati, le sanzioni possono variare tra i 1.842 e i 7.396 euro, compresa l’eventuale sanzione del fermo amministrativo del veicolo per 90 giorni. Nel frattempo viene ovviamente ritirato il libretto di circolazione, che viene riconsegnato dopo aver superato la verifica revisione.

    Revisione auto scaduta: c’è tolleranza?

    Il calcolo scadenza revisione auto è in realtà facile da fare, infatti per tutti i veicoli valgono le stesse regole: in generale la prima revisione è obbligatoria dopo 4 anni dalla prima immatricolazione, entro il termine dell’esatto mese, mentre a seguire i controlli devono essere effettuati ogni 2 anni con limite lo stesso mese della prima. In caso di revisione auto scaduta (ricordate anche di controllare la scadenza targa) la tolleranza è relativa, in quanto si tratta di una diffusa dimenticanza ma di una grave infrazione, e molto dipende dal singolo caso e dal tempo che è passato dalla scadenza.

    Dove fare la revisione auto risparmiando?

    Per fare la revisione auto esistono di fatto 2 opzioni: rivolgersi a un’officina autorizzata dal Ministero dei Trasporti oppure alla Motorizzazione della propria provincia. Nel primo caso il costo del servizio è di 66 euro, nel secondo invece di 46 euro, quasi il 30% in meno. Tuttavia scegliendo questa opzione occorre inevitabilmente maggior tempo e qualche firma in più: infatti, bisogna ritirare il modulo revisione auto Motorizzazione, andare alla Posta per fare il già citato versamento e infine ritornare agli uffici pubblici per fare la prenotazione.