Nissan 370Z Nismo, 344 cavalli e aerodinamica per la pista [FOTO]

Nissan 370Z Nismo, 344 cavalli e aerodinamica per la pista [FOTO]
da in Auto, Motori, Nissan

    Attraverserà l’Oceano per emozionare i guidatori europei, la Nissan 370Z Nismo. Dopo la commercializzazione in Giappone e negli Stati Uniti, dalla prossima estate calcherà le strade del Vecchio continente, non senza piccole modifiche. I primi a potersi mettere al volante della coupé jap saranno gli inglesi, poi dovrebbe arrivare anche da noi.
    Le recenti elaborazioni del reparto sportivo di Nissan hanno riguardato la Juke, un esercizio senz’altro simpatico di sportività sui generis, ma questa 370Z è tutt’altra cosa. Verrebbe da dire che questa sì, merita i galloni di Nissan Motorsport. Perché? Facile a dirsi.

    Il cuore sei cilindri a V da 3.7 litri di cilindrata suona musica heavy metal grazie alla nuova linea di scarico che ne esalta le tonalità, con acuti tipici di chi si avvicina agli 8000 giri/min. Quelle tonalità che restituiscono 344 cavalli, un pizzico in più rispetto ai 328 previsti dalla 370Z tradizionale; un extra utile per consentire un miglioramento della velocità massima – presumibilmente liberata dal limitatore che attualmente ne blocca la corsa a 250 orari – e dell’accelerazione da zero a cento. Facile prevedere un risultato da 5 secondi netti rispetto agli attuali 5″3.

    Il lavoro certosino per enfatizzare l’animo corsaiolo della Nissan 370Z Nismo è proseguito sul comparto sospensioni, dove molle e ammortizzatori sono stati irrigiditi del 20% per garantire un assetto ancor più preciso. Una delle modifiche della versione europea rispetto a quella per il mercato statunitense e giapponese riguarda l’abbassamento del corpo vettura. Consapevoli che le strade sono profondamente diverse, si è scesi di appena 10 millimetri, per conservare un certo confort nell’assorbire le asperità del fondo. Ultima chicca, la barra duomi nel vano motore, installata per conferire ancor più rigidità trasversale all’auto nei cambi di direzione.

    Non cambia l’impianto frenante, in bella mostra dietro ai cerchi bruniti da 19″ pollici e con gommatura 285/35 R19. Fin qui le note tecniche.

    Ma c’è anche tanta cura aerodinamica e nel design sulla Nismo. L’anteriore guadagna un paraurti regolare e sobrio, a patto di non guardare il bordo inferiore, dove campeggia un’ala in carbonio che ha il compito di assicurare parte del carico aerodinamico complessivo. Gli ingegneri Nissan giurano di aver replicato i valori della Nissan GT-R, supersportiva di famiglia. Lungo la fiancata è impossibile non notare i gusci degli specchietti listati con un bordo rosso e le minigonne, per poi proseguire il giro a 360° e restare a bocca aperta davanti all’alettone posteriore.

    Supporto fisso, doppio piano alare, è il complemento ideale sulla 370Z, abbinato a un diffusore bordato anch’esso di un sobrio rosso sangue, quella sobrietà che è bandita quando si parla degli scarichi. Due terminali tondi come la O di Giotto.

    A bordo della Nissan 370Z Nismo spicca il volante in Alcantara, materiale tradizionalmente riservato ai comandi da gara, con tanto di nastro centrale rosso. Il cambio sarà esclusivamente manuale 6 marce con sistema SynchroRev Match in grado di replicare la doppietta in scalata e dare al propulsore un surplus di giri motore. Davanti alla leva si erge una console nella quale spicca un display a colori degno di un’ammiraglia. Senza offesa, s’intende. Perché la 370Z Nismo nasce per dilettarsi anche in pista se si ha voglia. I prezzi? Ancora top secret, con la versione normale che sul mercato italiano è posizionata a partire da 41.610 euro.

    567

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoMotoriNissan
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI